MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Forgotten Anne

Forgotten Anne - provato alla Gamescom

Alla Gamescom fanno notizia i giochi più famosi e appoggiati dai grandi editori, ma esiste un ricco sottobosco di titoli indie che lottano per emergere. Tra questi c'era l'avventura platform Forgotten Anne, che abbiamo potuto provare in fiera. Ecco di cosa si tratta.
Forgotten Anne è, in estrema sintesi, un anime interattivo dove la protagonista Anne si ritrova in un mondo popolato da tutti gli oggetti dimenticati dall'uomo, e dove lei ed un altro umano cercano di mantenere l'ordine contro una rivolta di questi oggetti, ribellatisi per evitare di finire nell'oblio e tornare finalmente al mondo degli umani. Anne, con la guida del suo anziano e saggio compagno, deve indagare, affrontare e risolvere tutta una serie di puzzle basati sulla distribuzione di “Anima”, un fluido vitale che rende vivi gli oggetti e il mondo circostante.

Tutta questa storia è raccontata come un'avventura-platform a scorrimento 2D su splendidi fondali disegnati a mano, dove avremo modo di confrontarci anche con dialoghi nei quali le diverse risposte che possiamo dare sono in grado di cambiare il flusso della storia. Dal punto di vista stilistico, pur essendo realizzato da un team danese, il gioco mostra evidenti influenze dell'Animazione giapponese e le ottime Animazioni, il tratto, i colori, le luci e le ambientazioni rendono l’avventura di Anne molto simile alla visione di un anime.

Durante il nostro incontro a Colonia, il Creative Director del gioco, Alfred Nguyen, mi ha spiegato tutto ciò ponendo particolare enfasi sulle principali peculiarità del titolo ossia la cura riposta nell’aspetto grafico e nello storytelling per far sì che diventino un solo corpo artistico affiancati da una storia intrigante con i misteri da risolvere. Il gioco rappresenta sicuramente qualcosa di alternativo e fresco rispetto alle altre proposte presenti in fiera.

Dopo la veloce chiacchierata ho potuto giocare il primo livello nel quale Anne viene svegliata da un'enorme esplosione causata dalla ribellione. La sensazione di sorpresa, sgomento e paura è resa perfettamente con un design di chiaro stampo nipponico, senza nessuna attesa o caricamento tra una sezione e l'altra dell'ambiente di gioco.

MP Video - Forgotten Anne

Anna si trova in un edificio senza energia ed il suo primo obiettivo è quindi trovare la fonte del guasto e ripristinare i flussi di Anima, la sostanza che alimenta il mondo di Forgotten Anne. Per farlo la nostra eroina è dotata di un bracciale con una perla attraverso il quale può assorbire e dare Anima, ricreando l'equilibrio nel mondo dei dimenticati. Affronto quindi il mio primo puzzle: ripristinare il livello di Anima in un meccanismo, per poterlo azionare e riaprire il flusso dello stesso fluido che alimenta l'edificio ed altre zone della città.

A questo punto devo capire cosa stia succedendo e quali sono le origini di una così veemente ribellione. Il ripristino dell'energia mi permette di contattare attraverso uno specchio il mentore di Anna e parlargli di questi avvenimenti. La storia mi porta a capire che devo uscire all’esterno e andare a vedere quali altri danni sono stati perpetrati dalla ribellione ma, nell'aprire la porta, una sciarpa animata si fionda all'interno dell'edificio. Inizia quindi una sezione di dialogo con un sistema a risposte multiple che consente ad Anne di capire se la sciarpa sia un'amica oppure se sia schierata con la ribellione. Dopo qualche dialogo decido di considerarla ostile e, utilizzata la pietra del bracciale, assorbo la sua forza vitale rendendola inoffensiva. Finalmente esco e il suono ambientale cambia con un sottofondo di pioggia che trasmette una malinconica e nostalgica unitamente alle tonalità di colore dell’ambientazione.

A questo punto la demo finisce; ne approfitto per chiedere a Nguyen la durata della storia; mi spiega che la storia principale durerà circa 6 ore, ma esplorando tutto il mondo di gioco ed attivando i molti dialoghi si potrà arrivare anche a 16 ore.

Forgotten Anne è apparso in definitiva fresco, diverso e sicuramente accattivante; è evidente la passione e l'impegno profuso dal team per renderlo un'esperienza unica, piena di poesia e amore da vivere tra un titolo adrenalinico e l'altro. Il titolo è atteso in formato digitale entro la fine dell'anno.

c Commenti


L'autore

Nato nel 72, cresciuto ad insalate di matematica e libri di cibernetica non poteva che sviluppare una naturale inclinazione verso tutto quello che è tecnologia. Ha iniziato a giocare a Radar Rat Race sul Vic-20, a International Soccer su C64 e da quel momento in poi non ha mai tradito la sua passione, passando per quasi tutte le piattaforme di gioco e finendo ancor oggi per consumare tutto il suo tempo libero tra hobby e lavoro. Sperando che prima o poi coincidano perfettamente: ci siamo quasi.

c

Commenti

Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus