MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Descent

Il reboot di Descent in arrivo sulle nostre console

di Matteo Merlano / maguzzolo P 5 ott 2018 09:34
Descendent Studios ha annunciato l'arrivo (finalmente!) sulle nostre console di Descent, ambizioso progetto di reboot del popolare gioco anni '90 partito tempo fa sulla piattaforma Kickstarter con il nome di Descent: Underground. Mosso dall'Unreal Engine 4, questo shooter di ambientazione futuristica promette al giocatore libertà ai massimi livelli.

"Sei gradi di libertà" è infatti la parola d'ordine degli sviluppatori di Descent Studios: dalle numerosissime possibilità di personalizzare il proprio mezzo, alla assoluta libertà di movimento nel mondo di gioco, tutto è pensato per garantire al giocatore un'esperienza unica e su misura.

Descent potrà vantare un campagna single-player di tutto rispetto (una quindicina di missioni principali e numerose missioni secondarie), ma punta molto anche sul comparto multi-player: ad una realizzazione tecnica che si annuncia molto curata, si affianca un'ottima varietà di modalità (co-op compresa), per cui non dovrebbe essere difficile trovare il modo più congeniale per avventurarsi tra cunicoli e caverne in compagnia di altri giocatori.

Anche se è confermato l'arrivo su console del gioco, non è però al momento nota una data d'uscita. Vi lasciamo nel frattempo ad un nuovo trailer del gioco: buona visione!

MP Video - Descent

Altro su MondoPlay

Amazon Offerte in evidenza

TUTTE LE OFFERTE

L'autore

La sua passione per il gaming nasce nel lontanissimo 1982 con Gorf per Vic-20, ma da quando ha scoperto le "gioie" della caccia agli obiettivi, gioca solo su Xbox. Il suo nemico giurato l'Arretrato, smisurato ed in costante aumento. Maguzzolo per non si arrende: armato di sei console ed un numero sterminato di controller, continua a dare battaglia.

c

Commenti

Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus