MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Farming Simulator 19
copertina

Farming Simulator 19: un trailer dedicato ai molti macchinari agricoli a nostra disposizione

di Fabrizia Cossu / Bibi P 8 nov 2018 14:39
Focus Home Interactive ha pubblicato un nuovo trailer di Farming Simulator 19 dedicato ai molti macchinari che avremo a disposizione all'interno del gioco e offrendoci un'anteprima degli oltre 300 trattori, macchinari, rimorchi ricreati con dedizione nel gioco.

Nei precedenti titoli vi è sempre stata una selezione molto ampia di veicoli e strumenti agricoli e con Farming Simulator 19 è ancor maggiore perché data dall’introduzione di nuovissime collaborazioni che incrementano il numero di brand unici a oltre 100. Ogni veicolo è stato ricreato con una grande cura per il dettaglio, riproducendo ogni interno ed esterno in maniera identica alla sua controparte reale, offrendo ai giocatori l’esperienza agricola più completa possibile. La grande aggiunta di quest’anno è John Deere, un nome celebre nell’industria agricola , insieme ai suoi leggendari trattori e strumenti agricoli.

Tra le varie aggiunte di Farming Simulator 19 spicca la mietitrebbia da cotone Case IH Module Express 635, i rimorchi per il cotone e per i cavalli, oltre all’inclusione degli estirpatori e nebulizzatori per interagire con il nuovo sistema di controllo erbacce.

Vi lasciamo al trailer che ci mostra un'ampia panoramica dei macchinari e vi ricordiamo che Farming Simulator 19 è atteso su PlayStation 4 il 20 novembre: buona visione!

MP Video - Farming Simulator 19

Altro su MondoPlay

Amazon Offerte in evidenza

TUTTE LE OFFERTE

L'autore

Fin da piccola è attratta dal mondo dei videogiochi e si diletta tra PC e PlayStation prediligendo giochi d'avventura, sparatutto e GdR. Giocatrice incallita, ha inoltre una passione per cinema, serie TV e fumetti.

c

Commenti

Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus