MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Morphite

Recensione - Morphite

Ultimamente i titoli d'esplorazione spaziale stanno vivendo un vero e proprio revival grazie al lavoro di capaci sviluppatori indipendenti, ed anche i ragazzi di Crescent Moon Games si tuffano nel genere con Morphite: vediamo di cosa si tratta.

Il Gioco

L'inizio di Morphite ricorda una versione sci-fi di Karate Kid, con un vecchio saggio a spiegare le basi del gioco alla giovane protagonista, la simpatica e intelligente Myrah Kale. Sin da questi primi attimi possiamo notare come il gameplay ricordi molto quello della storica saga di Metroid Prime: visuale in prima persona, controlli fluidi, buona mobilità tra salti e scatti nonché la possibilità di usare armi con aggancio ai bersagli per facilitare il compito. Questo almeno per quel che riguarda i movimenti e soprattutto il combattimento a terra, ma questa prima parte di tutorial ci spiega anche che avremo a nostra disposizione una navetta per poterci spostare (in automatico, senza volo libero) tra i pianeti della galassia. Dopo aver finito questa parte ed essere atterrati sul primo pianeta, scopriamo però che Morphite non è un FPS qualunque, ma qualcosa di totalmente differente.

Una parola abbastanza ricorrente da qui in poi sarà: relax. Morphite non è combattimenti frenetici e ultradifficili, non è puzzle cervellotici o sezioni platform impegnative al massimo. Tutti questi elementi di gioco ci sono, ma il senso del tutto è esplorare mondi affascinanti renderizzati con una coloratissima grafica low-poly, scoprire razze di animali e piante mai viste e scoprire i segreti di pianeti sconosciuti. Il nostro migliore alleato in questo è un'arma capace di analizzare al volo tutto ciò che incontriamo: animali, piante, rocce. Scoprire una novità aumenta anche le risorse del giocatore, che oltre a questo metodo può anche effettivamente distruggere con l'arma laser delle formazioni minerarie per aumentare i propri guadagni.

E' possibile anche scovare variazioni rare delle piante, degli animali e delle formazioni rocciose che valgono molto di più, e questo premia i giocatori più attenti che si fermano ad analizzare elementi in teoria già conosciuti. I pianeti non sono interamente esplorabili ma sono formati da una serie di aree interconnesse da attraversare a piedi, con tanto di sezioni platform non troppo complesse per salire o scendere da dislivelli o per nuotare in acqua, sempre alla ricerca di novità per arricchirsi. Da Metroid Prime Morphite eredita anche la tuta, che non solo ci offre un buon livello di scudo ma ci preserva anche qualunque danno ambientale: danno da caduta, mancanza d'ossigeno o calore che sia.

MP Video - Morphite

In realtà la tuta va poi aggiornata man mano trovando i materiali, e questo può essere fatto in degli appositi pod che si trovano in giro per i pianeti. Da potenziamenti alla salute si passa anche alla resistenza al calore estremo o al freddo, che permette al giocatore di visitare anche pianeti con condizioni climatiche proibitive. Durante gli spostamenti automatici tra un pianeta e l'altro, inoltre, è possibile fare scambi con altri esploratori gestiti dalla CPU o incontrare eventi casuali come navi pirata con le quali possiamo scegliere se affrontarle, commerciare o tentare la fuga, oppure campi di asteroidi dove cercare di non schiantarsi rovinosamente; in questi casi il controllo del volo passa al giocatore in mini-sessioni di pilotaggio e combattimento. La salute della navicella, come quello della tuta quando si è a terra, è comunque molto alta, permettendo ai giocatori di fare numerosi errori senza punizioni pesanti. Ricordate la parola d'ordine: relax.

Detto questo, anche sui pianeti possiamo trovare creature ostili; alcune molto simili agli animali terrestri, altre decisamente folli. Non tutte sono ostili, ma quelle che lo sono tendono comunque ad essere abbordabili grazie a un'IA non troppo aggressiva e una potenza di fuoco a favore del giocatore. E' possibile anche trovare missioni secondarie che possono darci ricompense importanti; possiamo incontrare curiosi NPC che ci chiederanno di svolgere delle mansioni come scovare un oggetto specifico, difenderli da un'invasione di zombie o dar da mangiare ai loro figli dei deliziosi marshmallow.

Morphite presenta una quantità impressionante di pianeti generati casualmente da esplorare, utili per potenziarsi la tuta, ottenere materiali e scoprire semplicemente aree curiose e affascinanti. In mezzo a questi sono però presenti 15 pianeti disegnati manualmente dagli sviluppatori che il giocatore può visitare quando vuole per proseguire con la trama principale che è abbastanza minimale ma che offre, tra le altre cose, la storia di un misterioso materiale, lo stesso che dà nome al titolo, il Morphite. La longevità è pertanto molto soggettiva, perché si può andare avanti all'infinito tra i pianeti generati casualmente ma se si punta al minimo indispensabile possono bastare poche ore vista anche la difficoltà bassa. Purtroppo manca la localizzazione italiana: tutto il doppiaggio e tutti i testi a video sono interamente in inglese.

Amore

Relax, take it easy

- Non fatevi ingannare dalla visuale in soggettiva e dalla presenza sporadica di combattimenti: Morphite è uno dei giochi più rilassanti che siano usciti su console negli ultimi anni. Con mondi magici da scoprire, razze di piante ed animali da analizzare, minerali da estrarre, non c'è da tener conto della temperatura (se è inadatta non si può nemmeno atterrare) o della stamina, i proiettili si ricaricano da soli, non c'è danno da caduta, i nemici sono poco impegnativi da battere. Insomma, rimane il piacere dell'esplorazione, e il tutto al proprio ritmo. Un gioco molto tranquillo, adatto anche come accompagnamento all'ascolto di qualche podcast o magari mentre si segue con un occhio una partita in TV.

Mondi affascinanti

- Viste tali premesse, sarebbe un vero peccato sprecare tutto ciò in mondi scialbi o poco interessanti. Non è però questo il caso: sia i pianeti disegnati a mano e obbligatori per il proseguimento della trama che quelli generati casualmente offrono colori vivaci, piante e creature fantasiose, cieli colorati affascinanti, caverne evocative e parti subacquee con ancora più stranezze della terraferma. Passeranno parecchie ore di gioco prima di vedere tutte le bizzarrie che il titolo sa offrire in giro per l'universo, e questo indubbiamente farà piacere a chi è alla ricerca di mondi fantasiosi pieni di creature e formazioni naturali surreali dove perdere ore ed ore a vagare.

No Man's Platform

- A differenza del controverso No Man's Sky che offre però un concetto di gioco simile, in Morphite i pianeti non sono interamente esplorabili ma offrono sezioni di terreno più o meno grandi da esplorare. Questo, insieme alle fasi automatiche di spostamento tra i pianeti, permette al gioco di essere molto più focalizzato con meno perdite di tempo. Non solo, troviamo diverse sezioni basate su meccaniche platform, con la protagonista impegnata in salti piuttosto alti tra le strutture dei pianeti. Tra l'altro i comandi, la personalizzazione della tuta e diverse scelte stilistiche richiamano la saga di Metroid Prime - sempre una validissima fonte di ispirazione.

Odio

Ripetizione, e in tutti i sensi

- In Morphite è possibile fare una quantità tutto sommato notevole di cose come detto finora, ma ciò non toglie che praticamente l'intero gioco consista nell'esplorare pianeti, analizzare un mucchio di cose simili o uguali tra loro e... poco altro. Non fraintendetemi, può sicuramente essere divertente, ma alcune cose lo rendono abbastanza monotono. Anche la generazione casuale delle aree ci mette del suo, con frequentissime ripetizioni anche a poca distanza l'una dall'altra. Il caso più eclatante che mi è successo? Un'area dove a pochi metri di distanza c'erano due piccole caverne identiche, con dentro gli stessi nemici e gli stessi NPC che davano la stessa identica missione. A pochi secondi di cammino l'una dall'altra!

- Troppo facile
Ho esaltato la sensazione di relax che il titolo di Crescent Moon Games sa dare, ma presenta comunque nemici e sfide da superare. Il problema è che, complice un'IA discutibile, il combattimento è quasi sempre esageratamente facile. Basta girare in cerchio intorno ai nemici, agganciarli con la funzione apposita e sparare: loro ruotano troppo lentamente per star dietro al giocatore, che quindi riescono a malapena a colpire. Soltanto con nemici in grande numero o qualche creatura più pericolosa possono esserci problemi, ma morire in Morphite è una vera impresa se siete pratici di giochi in prima persona. Se siete alla ricerca di una sfida, guardate altrove.

Totalmente in inglese

- Morphite ha una trama abbastanza interessante, qualche personaggio intrigante e un universo affascinante, e addirittura (cosa rara per i giochi indipendenti) tutti i dialoghi principali godono di un valido doppiaggio. In inglese, però. Sia l'audio che i testi del gioco infatti sono rigorosamente in inglese vista la totale mancanza di localizzazione italiana del titolo. La giocabilità è intuitiva in ogni caso, ma chi non se la cava bene con l'inglese si perderà inevitabilmente tutto il mistero sci-fi. Peccato!

Tiriamo le somme

Morphite non è certamente per tutti: il mix di meccaniche alla Metroid Prime unite a pianeti da esplorare scoprendo nuove razze e godendoci splendidi panorami low-poly è estremamente affascinante e rende il gioco molto rilassante e con una longevità virtualmente infinita, ma l'ombra della ripetitività è spesso in agguato e sicuramente gli amanti delle sfide potrebbero non gradirne l'estrema facilità. Se amate ammirare paesaggi alieni e perdervi nella scoperta di nuovi mondi, quindi, potrebbe sicuramente essere il gioco per voi, ma se quello che volete da un FPS sono azione e sfide, girate alla larga.
7.5

c Commenti


L'autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, le esclusive console lo avvicinano verso nuove mete. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MP esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus