MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Trine 4: The Nightmare Prince
copertina

Recensione - Trine 4: The Nightmare Prince

I finlandesi Frozenbyte tornano a proporci un nuovo episodio della loro premiata serie platform-puzzle fantasy nata 10 anni fa, Trine; in Trine 4: The Nightmare Prince i valorosi Amadeus, Zoya e Pontius devono vedersela con gli incubi e la magia fuori controllo del principe del regno. Scopriamone insieme le caratteristiche.

Il Gioco

Dopo essersi salutati alla fine della precedente avventura per seguire ognuno la propria strada, il mago Amadeus, la ladra Zoya ed il paladino Pontius vengono riuniti dall'Accademia Astrale del loro lontano regno per svolgere un nuovo importante compito: il Principe Selius, durante i suoi esperimenti da apprendista mago, ha utilizzato un incantesimo proibito in grado di dar vita agli incubi, generando così mortali creature che gettano l'intero reame nel caos. Ma non solo: il principe stesso è fuggito dall'Accademia, così i tre eroi sono chiamati ad inseguirlo, disfare la sua magia e riportarlo a casa.

img
Da questo basilare presupposto parte la trama di Trine 4: The Nightmare Prince, che ci ripropone la collaudata formula platform-puzzle per la quale la serie di Frozenbyte è famosa. A differenza del precedente episodio della serie, che aveva introdotto un vero mondo 3D nel quale muoverci anche lungo l'asse Z, il nuovo titolo torna però alla classica visuale 2.5D dei primi due episodi, permettendoci così di muoverci solo in orizzontale e verticale lungo le tante ambientazioni presenti.

MP Video - Trine 4: The Nightmare Prince

Rimangono praticamente inalterate, invece, le meccaniche di gioco: Trine 4: The Nightmare Prince è un platform game in cui ogni livello è disseminato di enigmi fisici da risolvere per poter procedere, pensati per sfruttare le particolari abilità dei tre protagonisti. Nel corso dell'avventura possiamo infatti passare a piacimento da un eroe all'altro (mentre gli altri due semplicemente spariscono; non ci seguono guidati dalla CPU) per utilizzarne le caratteristiche uniche: Amadeus può muovere a piacimento in aria oggetti presenti nell'ambiente o evocati dai suoi poteri (inizialmente solo dei cubi metallici a cui si aggiungeranno poi una sfera e delle grandi assi), Zoya può lanciare frecce di ghiaccio o di fuoco ed utilizzare una fune per dondolarsi o per collegare tra loro più oggetti, mentre Pontius ha una potente spada utile per distruggere oggetti ed uno scudo per deflettere luce, acqua o oggetti letali lanciati dai nemici.

Queste abilità si combinano tra loro per risolvere ogni scenario; ad esempio Amadeus potrebbe piazzare uno dei suoi cubi su una piattaforma elevata ed apparentemente irraggiungibile mentre Zoya potrebbe poi lanciarvi una corda per arrampicarsi. Oppure Pontius potrebbe aver bisogno di deviare con lo scudo un getto d'acqua così da fargli raggiungere le pale di un mulino, ma per farlo sarà necessario che prima Amadeus posizioni un'asse sotto il getto d'acqua per estenderne il percorso e fargli così raggiungere la posizione di Pontius.

img
DI livello in livello (circa una ventina, divisi in 5 atti della storia) la complessità degli enigmi aumenta costantemente, ma aumentano anche le abilità dei protagonisti: ecco quindi che Amadeus acquisisce l'abilità di evocare più oggetti contemporaneamente e di dargli forme diverse, Zoya può lanciare più funi e congelare gli oggetti per non farli muovere con la sua freccia di ghiaccio, e Pontius può eseguire dei potenti schianti a terra oppure generare uno "scudo fantasma" da lasciare in una posizione specifica mentre si muove altrove. Inoltre, raccogliendo particolari gocce fatate reperibili nei livelli, possiamo ottenere punti abilità con i quali acquistare capacità aggiuntive, non obbligatorie ma molto utili in diverse situazioni (ottima ad esempio quella che rende magnetico lo scudo di Pontius, permettendo ad Amadeus di agganciare tra loro più oggetti metallici così da formare ad esempio lunghe passerelle).

img
Ma Trine 4: The Nightmare Prince non è solo enigmi: di tanto in tanto capita anche di doverci battere con gli incubi creati involontariamente dal principe Selius, sotto forma di lupi, ricci e tassi malvagi o altri esseri; in questo caso dovremo dar fondo a tutte le nostre abilità per uscirne vincitori. Ovviamente Pontius, con la sua spada ed il suo scudo, è il più portato a combattere queste battaglie, ma anche gli altri due eroi possono contribuire soprattutto dopo aver guadagnato abilità più avanzate. Non manca neanche qualche boss battle, da combattere con arguzia sempre sfruttando le abilità dei tre eroi.

img
L'intera esperienza vi terrà impegnati per circa una dozzina d'ore, che potranno però allungarsi per i completisti che vogliono platinare il gioco grazie alla presenza di numerosi collezionabili nascosti. Inoltre il titolo è giocabile anche in compagnia, sia in locale che online, dandoci maggiori occasioni di divertimento tra amici. Da 1segnalare infine, una vera sorpresa per un gioco di questo tipo, il completo doppiaggio italiano con una voce fuori campo che ci tiene compagnia narrando l'intera storia.

Amore

Enigmi fisici

- Il cuore del gioco sono ovviamente gli enigmi fisici ed ambientali che siamo chiamati a risolvere utilizzando le abilità uniche dei tre protagonisti, e qui la decennale esperienza degli sviluppatori si fa vedere con puzzle ben calibrati, mai impossibili e che non di rado hanno anche più di una soluzione possibile, stimolando così la creatività dei giocatori. Il rischio ripetitività è peraltro scongiurato dalla costante aggiunta di nuove abilità, da sfruttare in enigmi sempre diversi; difficilmente vi annoierete durante l'intera avventura.

Ambienti da favola

- Al di là degli enigmi, però, quello che maggiormente stupisce di Trine 4: The Nightmare Prince sin dai primi attimi di gioco è la bellissima grafica, dovuta sia ad un ispiratissimo design artistico che ad un'eccellente esecuzione tecnica. Il titolo ci regala di sovente panorami mozzafiato e coloratissimi, mentre anche le aree al chiuso sono parche di dettagli e ottimi effetti di luce, il tutto accompagnato da ottime animazioni dei vari personaggi. Un gran bel vedere!

Doppiaggio italiano

- Autentica sorpresa per quella che è dopotutto una produzione indipendente, Trine 4: The Nightmare Prince ha un ottimo doppiaggio italiano con un'adeguatissima voce narrante che ci tiene compagnia durante l'intero titolo, accompagnata dalle voci dei protagonisti del gioco. Un impegno nel soddisfare i giocatori italiani che dovrebbe essere d'esempio anche per case più blasonate.

Longevità

- Mentre il terzo episodio della serie aveva deluso per un'eccessiva brevità ed una sensazione generale d'incompletezza, Trine 4: The Nightmare Prince si presenta comune un'esperienza ben rifinita e dalla lunghezza (una dozzina d'ore senza preoccuparsi di trovare tutti i collezionabili) più che adeguata al prezzo di lancio, considerato peraltro che è anche giocabile in cooperativa sia locale che online.

Odio

Difficoltà medio-bassa

- Uno dei difetti riscontrabili nel titolo di Frozenbyte è che, anche se gli enigmi sono tutti molto godibili, non risultano mai troppo cervellotici e difficilmente vi fermerete più di qualche minuto nel cercare di risolverli. Insomma, come esperienza puzzle-adventure non è affatto male, ma non aspettatevi certo enigmi alla The Witness.

Ritmo lento

- In Trine 4: The Nightmare Prince c'è ben poca azione: ogni tanto ci sono delle scene di combattimento, ma si esauriscono piuttosto velocemente e quel che resta sono lunghe sezioni piene di enigmi. Personalmente questo non mi ha annoiato ed ho trovato il titolo sempre interessante, ma forse distribuire più equamente azione e risoluzione di enigmi avrebbe potuto velocizzare il ritmo di gioco.

Tiriamo le somme

Trine 4: The Nightmare Prince dimostra di essere un'ottima avventura a enigmi, con un gameplay unico nel suo genere ed un'eccellente componente visiva. Gli enigmi fisici sono soddisfacenti ed interessanti, anche se gli sviluppatori avrebbero potuto spingere un po' di più sul fronte della difficoltà; merita inoltre un premio speciale il doppiaggio italiano, una vera sorpresa per una produzione di questo tipo. Se amate enigmi ed avventure fantasy, è sicuramente consigliato!
8.0

c Commenti

copertina

L'autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, inizia nel 2002 un'avventura da insider nel mondo dei videogiochi partendo con la concorrenza ma maturando sempre più interesse per il mondo Playstation. Nel 2013 decide finalmente di aprire MondoPlay, con l'obiettivo di farlo diventare il sito di riferimento per tutti gli amanti italiani della console Sony.

c

Commenti

i Le recensioni di MP esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus