MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Assetto Corsa Competizione
copertina

Recensione - Assetto Corsa CompetizionePS4Game

A distanza di qualche anno dall'esordio di Assetto Corsa su console, i ragazzi di Kunos Simulazioni ritornano su Xbox One con quello che è uno dei più apprezzati simulatori presenti attualmente su PC: Assetto Corsa Competizione. Sarà riuscito il fenomenale team italiano a portare sui nostri schermi la stessa, grandiosa simulazione presente da mesi su PC? Scopriamolo insieme nella nostra recensione.

Il Gioco

Assetto Corsa Competizione non è un vero e proprio seguito del celebre gioco uscito qualche anno fa, ma piuttosto uno spin-off che segna l'esordio di questa serie su Unreal Engine 4, uno dei motori grafici più usati e performanti di questa generazione. Questo gioco quindi è servito al team italiano anche per imparare a sfruttare il nuovo motore grafico, portando questa serie già amata da tutti i fan dei Sim Racers al livello successivo. Il gioco è dedicato solo ed unicamente al FIA GT World Challenge, mettendoci quindi alla guida di veri e propri bolidi da corsa, con le loro livree ufficiali, i team ed i piloti delle stagioni 2018 e 2019 e, naturalmente, tutte le piste che hanno ospitato questo campionato. Ne consegue che il parco macchine sia meno ampio di quanto siamo abituati; scordatevi le centinaia di vetture disponibili, ma preparatevi piuttosto a sudare per controllare e spingere al massimo queste meravigliose auto GT3. Si passa dalla Ferrari 488 GT3, alla McLaren 720S GT3, passando per altri celebri marchi come Aston Martin, Porsche, Honda, Nissan, Bentley e Lamborghini. Come vi ho già detto il gioco ci offre tutte le auto ed i team delle ultime due stagione del Gt World Challenge, quindi avremo a disposizione un discreto numero di Team e relative livree tra cui scegliere.

img
Discorso simile anche per le piste a nostra disposizione; se il loro numero è piuttosto ridotto rispetto alle nostre abitudini, la loro realizzazione maniacale e la bellezza di buona parte di questi circuiti fa si che le poche piste a disposizione siano comunque ottime. Si parte dalla meravigliosa SPA Francorchamps, alla mitica Silverstone, passando poi dal tortuoso Brands Hatch, alla storica Monza, ma anche Misano, Nurburgring e così via, per un totale di 11 circuiti. La loro realizzazione, forte come sempre della tecnologia Laserscan, è davvero perfetta, riuscendo a riportare su schermo ogni dettaglio dei circuiti, specialmente dal punto di vista altimetrico, riuscendo meglio di altri giochi a riproporci le salite e le discese che caratterizzano alcune piste.

MP Video - Assetto Corsa Competizione

Una volta avviato il gioco veniamo a contatto col chiaro e semplice menu principale che adotta la ormai classica struttura a quadrati, dedicati alle varie modalità che Assetto Corsa Competizione ci offre. La prima modalità a nostra disposizione è il classico Campionato. All'avvio possiamo decidere se affrontare la stagione 2018 o la 2019, impostare vari parametri per poi decidere il tipo di campionato a cui partecipare: Sprint, Endurance o Completo. Nel primo caso prenderemo parte alle sole gare Sprint, solitamente composte da due manche della durata di 40 minuti ognuna, nel secondo caso invece potremo cimentarci nelle Endurance con gare di 3, 6 e addirittura 24 ore ed infine potremo optare per il campionato completo che riproporrà le stesse gare del Campionato reale, avendo quindi a che fare sia con gare Sprint che Endurance. Sta a noi poi decidere molti altri aspetti più tecnici come i danni, i consumi di gomme e benzina, la quantità dei treni gomme a disposizione, la temperatura dei freni, le penalità ed il meteo, oltre ad impostazioni più classiche come il numero e l'aggressività dei concorrenti. Una volta compiute tutte queste impostazioni iniziali potremo scendere in pista e lottare per il Campionato, composto da 10 tappe in giro per il Mondo.

img
La seconda modalità a nostra disposizione è la Carriera. In questo caso vestiamo i panni del pilota esordiente che dovrà dimostrare il proprio valore per poi conquistare un posto in uno dei Team disponibili. Per far questo entreremo a far parte del Lamborghini Youngster Program dove verremo messi alla prova in alcuni test da svolgere sul tracciato di Monza. Questi test saranno composti da tre sessioni di 10 minuti di prove libere, la prima in condizioni ideali, la seconda in condizioni di bagnato ed infine un'ultima sessione in notturna. Una volta completati questi programmi di prova avremo la possibilità di accasarci in uno dei team interessati alle nostre capacità di guida per cominciare il vero e proprio campionato. All'inizio di questa modalità potremo anche impostare alcuni parametri, tra cui l'utilizzo del cambio automatico o manuale, la traiettoria guidata e la durata della gara che è settata, a livello normale, in 40 minuti. In Assetto Corsa Competizione non avremo mai la durata di gara misurata in giri, ma piuttosto a tempo. Una volta concluso il countdown la classifica verrà decretata dall'ordine di arrivo al traguardo nel giro finale.

img
Oltre alle due modalità principali abbiamo anche gli Eventi Speciali che altro non sono che eventi prestabiliti in cui ci verrà chiesto un diverso obiettivo per entrare nelle leaderboard online del gioco. Si parte dal classico Hotlap in cui dovremo segnare il nostro miglior tempo senza limiti di giri, all'Hotstint in cui verrà premiata la costanza ed in cui saremo costretti a compiere più giri ad un ottimo passo, guidando puliti e senza errori che comprometterebbero l'intera prova, arrivando infine alla SuperPole in cui dovremo sempre segnare il nostro miglior giro, ma avendo a disposizione solo ed unicamente due tentativi. Queste sfide si rinnoveranno col passare del tempo, in modo da tenere acceso l'interesse dei giocatori, offrendo sfide sempre diverse.

Abbiamo poi la modalità Giocatore Singolo in cui potremo impostare liberamente ogni parametro che Assetto Corsa Competizione ci offre: potremo quindi decidere se compiere una Prova Libera per testare una vettura a nostra scelta, ma nulla ci vieta di buttarci in una 24 ore di gara, la scelta è totalmente nelle nostre mani così come tutte le impostazioni possibili ed immaginabili, dalle impostazioni di carattere tecnico, fino alla pregevole simulazione meteo: potremo infatti decidere l'ora di inizio della gara, il moltiplicatore di tempo che ci consente di velocizzare il passaggio tra mattina e sera ed anche impostare le caratteristiche meteo, decidendo un peggioramento del clima con relativo temporale; tutto completamente a nostra disposizione.

img
Non può certo mancare la componente Multigiocatore che ci permette di buttarci a capofitto in una gara rapida, ma che ci consente anche di selezionare uno tra i molti server disponibili. Inoltre potremo agire su vari valori che caratterizzano il matchmaking, dando la precedenza ad una o ad un'altra pista, a stanze con la presenza di nostri amici, o ancora a delle precise condizioni meteo. L'ultimo menu che prendo in esame è quello dedicato al Pilota; in questa sezione troveremo tutte le nostre prestazioni messe sotto ad una lente di ingrandimento che andrà ad esaminare molti aspetti che caratterizzano la nostra guida: dalla conoscenza dei vari circuiti, alla costanza delle nostre performance, passando per il controllo delle varie auto, arrivando al ritmo di gara. Tutti questi aspetti concorrono nel darci un punteggio finale che indica le nostre prestazioni nel gioco.

Amore

La Simulazione

- Assetto Corsa Competizione è senza dubbio alcuno la migliore simulazione automobilistica presente su console. Al netto di altre problematiche che affronterò in seguito, il modello di simulazione fisica che questo gioco ci offre è impareggiabile, profondo e ricco di sfaccettature. Naturalmente non aspettatevi problemi di controllo di queste auto come se fossero delle Muscle Car americane, ossia vetture con una quantità assurda di cavalli, ma senza le doti telaistiche e di trazione capaci di sfruttarli. Parliamo solo ed unicamente di bolidi GT3, ossia di vetture da corsa, dotate di un grande carico aerodinamico, senza pesi inutili e preparate nel minimo dettaglio per ottenere il meglio su pista. Questo aspetto potrebbe ingannare chi si aspetta una enorme difficoltà di controllo delle auto associata alla parola simulazione, ma è un errore fare questo discorso con Assetto Corsa Competizione visto che in questo caso la simulazione la si percepisce quando si spinge, quando ci si avvicina al proprio limite ed a quello della macchina. Basta solo calare di un punto il controllo di trazione – disponibile come nella realtà sulle vetture GT3 – per ottenere un evidente e palpabile cambio di comportamento della vettura. Stesso dicasi per l'utilizzo di una mappatura del motore più spinta: i cavalli extra che otteniamo si faranno sentire immediatamente. Oltre a questo abbiamo a disposizione una moltitudine di regolazioni tecniche che possiamo fare alle nostre vetture, dalla pressione delle gomme, al carico aerodinamico, fino alla durezza delle molle ed a tutte le altre modifiche che il GT World Challenge consente nel proprio regolamento. Ognuna di queste regolazioni si farà chiaramente sentire alla guida, dimostrando una volta ancora il lavoro pazzesco e maniacale che c'è dietro ad una simulazione di questo calibro. Mi preme sottolineare che tutto ciò cambia a seconda della vettura che decidiamo di utilizzare, con ognuna di esse dotata di una simulazione fisica propria che, sebbene siano auto dello stesso campionato e con prestazioni assolute molto simili, riesce a conferire ad ognuna di esse un carattere diverso e distinguibile. Un lavoro semplicemente encomiabile.

Sound ad altissimi livelli

- La stessa precisione sentita alla guida di ogni veicolo di Assetto Corsa Competizione l'ho riscontrata anche nella grande cura messa nel creare la componente audio del gioco. Oltre ai ruggiti dei diversi propulsori ottimamente campionati, il gioco mette in risalto anche tutti quei piccoli rumori meccanici, quegli scricchiolii e tutti quei dettagli acustici che difficilmente vengono proposti in altri giochi. Basti pensare al diverso sound dei freni freddi nelle prime curve, a quando vanno effettivamente in temperatura. Tutti dettagli, ma che enfatizzano nel migliore dei modi lo sforzo fatto per creare questo gioco e che calano ulteriormente nell'abitacolo il pilota virtuale che c'è in noi.

Feeling di Guida eccezionale

- Sebbene si lasci giocare discretamente anche con un semplice Pad, Assetto Corsa Competizione da il meglio di se con un volante, questo è il suo unico habitat naturale e le sensazioni che ha saputo trasmettermi sono fantastiche. L'enorme lavoro dietro al motore di simulazione fisica che gestisce il gioco lo si percepisce sempre, ad ogni curva, ad ogni staccata. Sentivo chiaramente quando e quanto stavo spingendo sul acceleratore, per non parlare di quanto sono avvertibili le modifiche effettuate all'assetto delle vetture, o il semplice cambio effettuato sul controllo di trazione. Stesso dicasi per gli spostamenti di peso nell'affrontare rapide chicane, o nello scendere in picchiata in alcune delle discese più iconiche del Motorsport. Il feedback al volante è ricreato davvero bene, senza esagerare come il primo Assetto Corsa faceva, ma dandomi un riscontro sincero a quello che sta realmente accadendo in pista.

Comparto Online funzionale e senza problemi

- La possibilità di modificare i parametri del matchmaking è un piccolo accorgimento che però può aiutare il giocatore a ritagliarsi una partita il più vicina possibile alle proprie esigenze, preferendo una specifica pista ad un altra ad esempio. Ma il gioco si comporta benissimo anche utilizzando la partita veloce; il net code si è dimostrato ottimo, senza alcuna spiacevole sorpresa dovuta a problemi di connessione, e forte di tempi di ricerca davvero ridotti. Da segnalare anche il buon comportamento dei piloti virtuali che ho incontrato online. Assetto Corsa Competizione non è un gioco per tutti e, al netto di qualche fenomeno del volante che purtroppo è inevitabile, il fair play e la gare pulite sono, per fortuna, la norma.

Ciclo giorno/ notte e meteo dinamici

- Come è naturale che sia, in un gioco dedicato ad un campionato Endurance non può mancare il ciclo giorno/ notte ed il meteo dinamico. Entrambi aspetti ben ricreati in Assetto Corsa Competizione, capaci di stravolgere una gara per via di un improvviso temporale, o a causa della visibilità ridotta nelle ore di buio.

Odio

Tanti, troppi compromessi

- Assetto Corsa Competizione è notoriamente un gioco pesante a causa della sua enorme simulazione fisica che richiede moltissimo a livello di CPU, e qual è quell'aspetto in cui tutte le console di questa generazione, comprese le console mid gen, soffrono di evidenti lacune? Esatto, proprio la CPU e questo diventa un enorme problema. Su Xbox One X, console su cui ho effettuato questa prova, si è optato per una definizione nativa in 4K, offrendo una buona pulizia dell'immagine, un buonissimo orizzonte visivo e la totale assenza di aliasing - eccetto per lo specchietto retrovisore così pixeloso da sembrare vecchio di generazioni - ma il prezzo da pagare ricade inevitabilmente sul frame-rate, bloccato a 30 immagini al secondo e che, purtroppo, raramente si dimostra fluido. Vi dico subito che, almeno nel mio caso, la pulizia della cache ha mitigato la situazione - per altri anche l'uso della visuale dal cofano è preferibile rispetto a quella dall'interno del cockpit - ma comunque il gioco rimane deficitario dalla punto di vista della fluidità. La scelta di favorire la definizione al frame-rate in un racing game simulativo è difficilmente accettabile, se poi il frame-rate non riesce comunque ad essere sufficientemente fluido il disastro è dietro l'angolo. E purtroppo, almeno in questo momento ed al netto di una patch che avrebbe del miracoloso, Assetto Corsa Competizione zoppica laddove avrebbe dovuto dimostrarsi inattaccabile. Il gioco quindi si rivela spesso scattoso, come se mancassero quel paio di frame per renderlo fluido e questo influisce inevitabilmente sul suo appeal ad un pubblico maggiore, ma anche sulla guida stessa e su un senso di velocità che non rende giustizia ai bolidi che stiamo guidando. A completare questo quadro sconfortante c'è la totale assenza di supporto al HDR, aspetto secondario rispetto ai problemi di frame-rate, ma che contribuisce ad una resa grafica al di sotto della aspettative e ben lontana dallo spettacolo offerto su PC di fascia alta.

Bug e problematiche di vario genere

- Vi ho scritto poco fa di quanto sia soddisfacente l'uso di un buon volante con Assetto Corsa Competizione, il problema è quello di far capire al gioco che ne abbiamo collegato uno… Ad ogni avvio mi sono visto costretto a spegnere e riaccendere la periferica più volte, sino a quando non veniva correttamente riconosciuta dal gioco e, sebbene sia un problema facilmente risolvibile, è comunque un grosso fastidio dover ogni singola volta effettuare più tentativi semplicemente per far riconoscere un volante al gioco. Inoltre è bene sapere che al primo utilizzo del volante sarà necessario agire sulle impostazioni disponibili – a dire il vero piuttosto poche – per farlo funzionare correttamente. Di default l'angolo di sterzo è impostato a 0 gradi, quando sarebbe stato normale trovarlo a 900 per poi magari scendere a seconda delle nostre preferenze. Stesso dicasi per il layout dei tasti; in avvio nessun tasto sarà associato, sta quindi a noi impostare le funzioni primarie, come i comandi per il cambio, per la visuale, ma anche la possibilità di intervenire sul controllo di trazione o sulla mappatura del motore. Una scelta abbastanza discutibile, trovo che sarebbe stato molto più semplice offrire un preset, andando poi a modificarlo in caso di bisogno. Oltre a questi problemi, ho riscontrato alcuni errori di caricamento, specialmente dopo aver lasciato il gioco in sospeso e spento la console; al riavvio, nonostante avessi completato entrambe le sessioni di qualifica, mi è capitato più volte di dover ripetere una sessione già regolarmente conclusa. A questo si aggiungono alcuni menu non tradotti in italiano, nonostante tutto il gioco lo sia, sintomo di uno sviluppo affrettato e non privo di problemi.

Tiriamo le somme

Assetto Corsa Competizione ha un potenziale enorme, è esattamente quella simulazione che tutti noi appassionati volevamo su console, ma i troppi problemi tecnici e la discutibile scelta di favorire la definizione al frame-rate ne complicano terribilmente la vita. Dare un voto a questo gioco non è facile, perché le ottime sensazioni che ha saputo trasmettermi, la concentrazione e l'impegno che richiede sono impagabili, ma il frame-rate troppo problematico ne tarpa inevitabilmente le ali. Consigliarlo non è affatto semplice e riuscirei a farlo solo a quegli appassionati di simulazioni che desiderano guidare nel modo più vicino possibile alla realtà, ma ben consci che la resa visiva di questo gioco sarà deludente e quindi capaci di chiudere il proverbiale occhio. Se invece per voi la fluidità in un Sim Racer è tutto - come darvi torto – statene alla larga perché la delusione potrebbe essere davvero cocente. Difficilmente una patch risolverà tutte le problematiche che affliggono Assetto Corsa Competizione ed in cuor mio avrei preferito un posticipo, spostando magari il gioco sulle console di prossima generazione che ormai sono alle porte e che sarebbero certamente riuscite a gestire l'enorme mole di dati di questo gioco; sarà interessante provarlo proprio su queste console, confidando nel fatto che retrocompatibilità più maggior potenza possano sopperire ai problemi del titolo.
6.8

c Commenti

copertina

c

Commenti

i Le recensioni di MP esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus