MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
LEGO Rock Band
copertina

Anteprima - LEGO Rock Band

di P 18 ott 2009
In una tipica giornata dai contorni autunnali siamo stati invitati negli studi di Warner Bros. per visionare l’ennesimo spin off della serie LEGO, stavolta a tema musicale: LEGO Rock Band. Oltre ad assistere alla presentazione del titolo, abbiamo avuto modo di provarlo e di intervistarne il produttore capo. Scopriamo insieme le caratteristiche del titolo.
I brand di LEGO e Rock Band sono da qualche anno molto solidi nel panorama videoludico, quindi TT Games (sviluppatore storico di titoli a mattoncini) e Harmonix hanno così deciso di unire le forze per un gioco che sappia fondere entrambi i mondi. Durante la dimostrazione da parte di Marek Verno, lead producer in TT Games, ci vengono introdotte le varie modalità presenti nel titolo. Essendo un gioco LEGO strizza ovviamente l’occhio alle generazioni più giovani, il che si traduce in una nuova modalità chiamata "superfacile": attivandola avremo modo di poter suonare la nostra canzone senza particolare attenzione nella scelta del colore dei tasti ma semplicemente schiacciandoli a caso stando a ritmo con il pezzo.

  • img
  • img
  • img



Nella versione del gioco che abbiamo potuto provare, la tracklist aveva tutti i brani sbloccati, ma pur non potendovi rivelare le molte canzoni presenti possiamo tranquillamente affermare che includerà brani rock e pop-rock per tutti i gusti, inclusi pezzi di vere leggende del genere. Oltre alla classica modalità free play, avremo modo di giocare la carriera chiamata Tournee, in cui vivremo delle storie ambientate nei vari luoghi tipici del mondo LEGO (pirati, fantasy ecc.). Insieme alla nostra band saremo immersi in determinate storie e solo grazie al potere del rock potremo venirne a capo. Durante la prova abbiamo potuto provare tre di queste “quest” e le storie ci sono sembrate tutte molto simpatiche, infarcite della classica ironia del mondo LEGO, capaci più di una volta di strapperci un sorriso. Ogni missione sarà selezionabile dalla nostra Rock Den, da noi tradotta in Tana del Rock, un ambiente-menu completamente personalizzabile. Come avveniva nei precedenti titoli LEGO, in base a come avremo suonato un pezzo guadagneremo dei mattoncini che saranno utilizzati per ottenere oggetti ed abbellire la nostra tana o i membri del nostro gruppo. Tutto sarà personalizzabile e ci sono una marea di oggetti acquistabili. La personalizzazione del personaggio è molto simile a quella vista in LEGO Batman o LEGO Star Wars: ogni singola parte del nostro alter ego sarà personalizzabile con diverse centinaia di combinazioni diverse, inoltre potremo anche scegliere di customizzare persino gli strumenti della band. A proposito di strumenti, il gioco è compatibile con tutti i controller sul mercato, quindi sarà pienamente godibile sia da chi ha strumenti di Rock Band che da chi li ha invece di Guitar Hero.

Graficamente LEGO Rock Band si attesta sugli standard della serie senza grandi pregi o difetti. Durante l'esecuzione di un brano, vedremo il nostro gruppo suonare nelle arene più strampalate della terra, alcune delle quali veramente divertenti e assurde. Il titolo sfrutta ovviamente il music store della serie Rock Band, quindi sarà possibile scaricare quotidianamente pezzi da poter suonare con i nostri amici. Purtroppo il gioco è però sprovvisto di un comparto online: TT Games ci spiega che il motivo è che si è deciso di focalizzare l’attenzione sulle sfide tra amici o in famiglia, mentre la serie principale Rock Band rimane il punto di riferimento per i giocatori appassionati che vogliono sfidare gli amici online.

Ci è stata inoltre mostrata una particolare sezione extra in cui potremo sbloccare, progredendo nel gioco, diversi power-up o penalità che muteranno la difficoltà nel titolo. Potremo per esempio accelerare la discesa delle note o aggiungere particolari filtri all’immagine del gioco. Abbiamo avuto modo, alla fine della presentazione di testare il titolo con mano: il feeling è quello classico del mondo Rock Band o dei titoli musicali in generale, e anche giocato a livelli più alti il titolo non si è dimostrato eccessivamente difficile, tuttavia alcune canzoni risulteranno veramente ostiche anche per i più abili musicisti.

  • img
  • img
  • img


Alla fine della presentazione abbiamo avuto modo di scambiare quattro chiacchere con Mark: ecco la trascrizione della nostra chiacchierata.

MX: Ciao Marek, innanzitutto vorremmo sapere se lavorare con due mondi apparantemente cosi distanti tra loro e’ stato difficile. Da sempre il mondo LEGO e’ legato a un target piuttosto giovanile.
Marek Verno: Non direi, sapevamo fin dall’inizio che trattandosi di un gioco LEGO doveva essere giocato anche da ragazzi e famiglie. Per questo è stata aggiunta la modalità superfacile. Per il resto, si trattava solo della customizzazione dei personaggi. Anche se non sembra, il mondo LEGO è piuttosto maleabile e si adatta facilmente a qualsiasi tipo di gioco.


MX: Dalla presentazione abbiamo appreso che non e’ prevista alcuna modalita’ online, ci puoi spiegare il motivo di tale scelta?
Marek Verno: Come ti dicevo prima il titolo ha di base un’impostazione prettamente familiare. Abbiamo cercato di spingere il prodotto verso una strada che prediligesse il gioco in compagnia e non online, con gente sparsa per il globo.


MX: Pochi giorni fa e’ stato annunciato che David Bowie sara’ all’interno del titolo, ci puoi dire se ci saranno altre leggende del rock?
Marek Verno: Mel tutorial, come avete potuto sentire, c’è la voce di Iggy pop, inoltre ci saranno altre star del rock sotto forma di personaggi LEGO. Purtroppo per adesso non possiamo svelarvi di chi si tratta. (Dopo l'intervista è stata rivelata la presenza dei Blur, ndr)


MX: Abbiamo visto che la modalita’ carriera si basa su delle missioni indipendenti: in futuro ci sara’ la possibilita’ di scaricarne di ulteriori dal Marketplace? Oltre alle canzoni, ovviamente.
Marek Verno: Ci abbiamo pensato e non è da escludere, tuttavia per il momento siamo concentrati sul gioco, in futuro decideremo cosa fare.


MX: Da sempre la 360 ha come valore aggiunto per ogni suo titolo la possibilita’ di sbloccare determinati obbietivi con il progredire del gioco: visto che nei titoli LEGO sono sempre stati inseriti obbiettivi simpatici e particolari, anche qui avremo qualcosa di simile?
Marek Verno: Si, potremmo dire di si. Oltre ai classici obiettivi che si sbloccheranno con il progredire della carriera, ce ne saranno alcuni che per essere sbloccati richiederanno particolari azioni durante il gioco.


MX: Prima di congedarti, ci puoi svelare quali sono i progetti futuri di TT Games?
Marek Verno: Oltre a LEGO Rock Band stiamo sviluppando il nuovo LEGO Indiana Jones, ed è stato annunciato LEGO Harry potter.


MX: Grazie per il tempo che ci hai dedicato.
Marek Verno: Grazie a voi!

c Commenti

copertina

c

Commenti

Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus