Ultime recensioni

Warhammer: Chaosbane

di Roberto Tomasi / Ironman P 23 giu 2019
Warhammer: Chaosbane pecca purtroppo proprio in quegli aspetti che avrebbero dovuto costituirne i punti di forza, primo tra tutti il cattivo sfruttamento di un brand così popolare e storico. Un titolo che diverte per la sua immediatezza e per la possibilità di essere giocato assieme agli amici anche sulla stessa console, ma che esce piuttosto male da un confronto, quello con Diablo, che risulta ancora, nonostante il peso degli anni, superiore sotto praticamente tutti i punti di vista. Se volete un titolo leggero e divertente da giocare in compagnia potrebbe comunque essere consigliabile, ma il prezzo di lancio appare sicuramente inadeguato al reale valore del gioco. 6.5

MotoGP 19

di Davide Mapelli / MAPO78 P 15 giu 2019
MotoGP 19 prende quanto di buono c'era nel precedente capitolo e lo migliora in maniera chiara e sostanziale. Il lavoro svolto da Milestone è ottimo a partire dai miglioramenti dal punto di vista tecnico, ottenuti grazie ad una maggiore esperienza nell'utilizzo del Unreal Engine, arrivando ad una quantità, e soprattutto qualità, di contenuti extra davvero apprezzabile. Le Sfide Storiche sono un plus che da solo può valere l'acquisto del gioco e che ne aumentano notevolmente la longevità, specialmente se siete appassionati storici del Motomondiale. La doppia veste della carriera offre decine di ore di gioco e la rinnovata IA aiuta a renderla più credibile ed appagante. Ci sono ancora buoni margini di miglioramento, in primis nel frame-rate e negli elementi di contorno, ma non farebbe male anche qualche aggiustatina all'editor o l'introduzione di Sfide Storiche dedicate anche alle meravigliose 250cc 2 Tempi; è comunque evidente lo sforzo compiuto da Milestone nel voler migliorare il gioco in quasi tutti quegli aspetti che penalizzavano il capitolo precedente. Un acquisto più che consigliato a chiunque sia appassionato di questo stupendo sport! 8.3

American Fugitive

di Győző Baki / Baboy P 8 giu 2019
American Fugitive è una buona trasposizione in chiave moderna della formula dei vecchi GTA, con tanta azione criminale con visuale dall'alto, ma stavolta con una buona grafica 3D. Gli inseguimenti ad alta velocità sono davvero spassosi e la totale libertà offerta propone tante opzioni al giocatore, quasi tutte ad alto tasso adrenalinico. Il gameplay sicuramente presenta qualche lato decisamente debole, in primis i furti e le sparatorie, in più manca anche la localizzazione italiana; nel complesso però si tratta di un valido action game vecchio stile, come se ne trovano ben pochi sul mercato e che sicuramente merita di essere giocato da chi ha passato ore ed ore sui primissimi Grand Theft Auto. 7.2

Layers of Fear 2

di Győző Baki / Baboy P 1 giu 2019
Layers of Fear 2 compie un passo indietro rispetto all'ottimo primo titolo della serie: le idee creative non mancano e la varietà è nettamente superiore, ma ben presto ci si scontra con numerose sezioni ripetute e/o frustranti, che diluiscono quelle invece davvero ben riuscite con lo scopo di portare il gioco a durare almeno il doppio di quanto sarebbe stato necessario. Il gioco parte bene come concept e atmosfera, ma dopo poche ore diventa semplicemente noioso. Un vero peccato, perché Layers of Fear 2 ci presenta tantissime scene affascinanti ed aree mozzafiato, ma sono accompagnate da fin troppe scelte di design sbagliate per poter risollevare il gioco. 6.5

Super Cane Magic Zero

di Andrea Giuliani / Linker360 P 1 giu 2019
Super Cane Magic Zero è un titolo che si è fatto attendere più del previsto, ma l’attesa è stata ben ripagata. Il gioco riesce a fondere l’universo folle e nonsense di Sio sia a livello di umorismo che ri resa grafica, il tutto senza dimenticare la parte ludica con un gameplay piuttosto impegnativo e gratificante che ricorda molto The Binding of Isaac. I fan saranno sommersi di citazioni ai video e fumetti più famosi dello youtuber, ma se invece non apprezzate Sio o la comicità nonsense purtroppo questo non è il gioco che fa per voi. Peccato infine per il multiplayer unicamente in locale e l’assenza della voce del mitico fumettista, ma a parte queste sbavature Super Cane Magic Zero non ha tradito le aspettative e merita di essere provato. 8.0

Team Sonic Racing

di Győző Baki / Baboy P 30 mag 2019
Team Sonic Racing è un kart racer con un'idea originale e ben realizzata, che punta tutto sui risultati di squadra piuttosto che quelli individuali. Questo concept porta il nuovo titolo di SEGA ad avere un'identità abbastanza definita dal lato tattico, anche se come gameplay si discosta davvero poco da altri racer dello stesso genere e non presenta nemmeno tante delle peculiarità dell'ottimo Sonic & All-Stars Racing Transformed, accontentandosi di offrire un design visto e rivisto per quasi ogni elemento di gioco. Si tratta comunque di un titolo molto valido a livello tecnico e meccanico: con tanti contenuti e una componente multiplayer molto ricca può sicuramente portare dozzine di ore di classico divertimento su kart a tutti gli appassionati del genere. Team Sonic Racing non è quindi una rivoluzione, solo una piccola evoluzione di una formula che già funzionava egregiamente e che risulta qui essere ancora spassosa e appassionante. 8.0

A Plague Tale: Innocence

di Mirko Rossi / Thor P 24 mag 2019
A Plague Tale: Innocence è un titolo solido, dotato di un gameplay tanto semplice quanto appagante e di una struttura narrativa convincente ed emozionante. Un mix di elementi genuini che cattura il giocatore, rendendolo partecipe di un’avventura bella da affrontare e difficile da dimenticare. Forse si poteva fare qualcosa di più per rendere l’I.A. meno permissiva e per fornire al giocatore qualche stimolo in più dopo aver raggiunto per la prima volta i titoli di coda, ma nonostante queste lacune l’ultima fatica di Asobo Studio rappresenta un gioiello di indubbia bellezza che tutti gli amanti delle avventure e delle belle storie dovrebbero giocare. 8.5

Darkwood

di Győző Baki / Baboy P 24 mag 2019
Darkwood è un'esperienza survival horror molto diversa dai canoni del genere sia moderni che classici, capace di offrire un mondo pieno di terrore e una storia soddisfacente. La vera paura è generata da un ottimo sistema audio e dalla consapevolezza che nella foresta buia può nascondersi qualsiasi cosa, cosa che spaventa ancor più dell'effettivo arrivo dei nemici. Purtroppo però il gameplay che realizza questi ottimi concetti è piuttosto altalenante, a causa di un sistema di gioco lento, confusionario e francamente non molto divertente nemmeno nei combattimenti. Per chi è alla ricerca di un videogioco horror unico e memorabile Darkwood saprà dare molte soddisfazioni, ma in quanto a giocabilità purtroppo non è ai livelli della concorrenza. 7.3

RAGE 2

di Diego M. Martini / pipco P 22 mag 2019
RAGE 2 non vuole innovare il genere degli FPS o dei titoli open-word, ma riesce comunque ad offrirci un'esperienza coesa e con combattimenti divertentissimi, a cui è difficile rinunciare. Luci e fisica dinamiche associate alle splendide animazioni dei nemici sono le componenti che elevano ogni scontro ad esperienza unica. Purtroppo la storia è dimenticabile e alcune missioni secondarie sono un po’ ripetitive, ma al cuore troviamo un FPS tonico ed elettrizzante. Sicuramente consigliato agli amanti degli FPS single-player. 8.3

Puyo Puyo Champions

di Győző Baki / Baboy P 19 mag 2019
Puyo Puyo Champions è, nel bene e nel male, Puyo Puyo competitivo allo stato puro. Il gioco ci offre numerose opzioni per sfidare amici in locale o online, con tanto di classifiche e altre features, il tutto a un prezzo più che competitivo. Resta però il fatto che quasi ogni elemento stilistico e contenutistico del gioco è preso pari pari da Puyo Puyo Tetris, rendendo questo un acquisto abbastanza superfluo a chi già possiede quel titolo. Mancano inoltre modalità realmente single player (maratona o simili) o dei tutorial validi per chi vuole capire meglio le meccaniche avanzate di questo assuefante puzzle game. In ogni caso, con una forte componente online e un prezzo di lancio di soli 9,99 Euro, è difficile non consigliare questo capitolo della mitica saga coloratissima di SEGA agli appassionati del genere. Vi catturerà sicuramente! 7.5

Fade to Silence

di Davide Ambrosiani / Ambro P 11 mag 2019
Fade to Silence ricade in una tipologia di giochi, o meglio di risultati, ben precisa: un'idea forte, realizzata male. Se da un lato non si può che apprezzare il tentativo di dar forma ad un prodotto articolato e sostanzialmente attento a toccare tutti gli elementi che compongono la parola "sfida", dall'altro le debolezze strutturali e anche concettuali rendono Fade to Silence un titolo incapace di tenersi sullo stesso equilibrio richiesto al giocatore. Gli amanti dei souls-like, ad esempio, non troveranno l'eleganza marziale a cui altri titoli li hanno abituati, mentre chi è alla ricerca di un survival puro potrebbe scoprirsi poco propenso a dover badare anche ad un lato gestionale. In sostanza, il metodo "di tutto un po'" è sostenibile quando le varie parti possono contare su una loro concretezza individuale che aggiunge al risultato finale qualcosa e non mini tutto il resto. 5.5

Unknown Fate

di Győző Baki / Baboy P 11 mag 2019
Unknown Fate è un progetto con sicuramente tanta passione dietro e ci presenta mondi piuttosto suggestivi. Purtroppo però la buona volontà non basta, perché quasi tutto il resto del pacchetto è davvero deludente: un gameplay creativo ma noioso e impreciso, una trama che promette bene ma che non riesce a decollare, numerosi problemi tecnici, un doppiaggio scadente e tante scelte di design discutibili come l'abbondanza di muri invisibili o la scarsa gestione dei checkpoint. Ci sono diverse idee buone, ma gli aspetti negativi sono troppi per poter chiudere e godersi al meglio il gioco. 4.5

Days Gone

di Luca Di Lullo / KIDNEYONE P 4 mag 2019
Days Gone rappresenta la prova di forza e maturità di Sony Bend, che riesce a creare un nuovo franchise importante per il brand PlayStation. Days Gone non inventa nulla di nuovo, ma risulta caratterizzato da un grande impatto visivo, da una giocabilità immediata ma mai scontata e da una notevole longevità. I difetti ci sono, ma, in definitiva, non tradisce le aspettative. Se amate le storie a base di zombi, non vi deluderà. 8.0

Mortal Kombat 11

di Luca Di Lullo / KIDNEYONE P 30 apr 2019
Per contenuti, qualità e longevità, Mortal Kombat 11 non ha praticamente rivali nel genere dei picchiaduro di ultima generazione. La cura maniacale dei dettagli non ha eguali, e il grado di personalizzazione dei combattimenti lo rende un titolo dalla longevità praticamente indefinita. Il gameplay solido lo innalza al di sopra della concorrenza e la modalità online, per quantità di opzioni e stabilità del sistema, è una vera e propria gemma. Gli unici lati negativi sono rappresentati da una gestione poco attenta della modalità Krypta e dal (nemmeno troppo) subliminale ricorso al sistema di microtransazioni. Siamo sicuramente in presenza del miglior MK di sempre e, probabilmente, anche del miglior picchiaduro in circolazione: acquistatelo e non ve ne pentirete. 9.0

Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy

di Győző Baki / Baboy P 27 apr 2019
Phoenix Wright: Ace Attorney Trilogy porta finalmente sulle nostre console le tre popolari visual novel investigative, dotate di una trama ricca di colpi di scena, personaggi molto ben caratterizzati e e casi memorabili, con una meccanica investigativa e di dialogo che ci vede smontare una ad una le tesi della controparte. Le innegabili doti di questa saga si vanno però a scontrare con un'opera di remastering appena sufficiente, senza miglioramenti troppo vistosi e la mancanza di traduzione italiana dei testi. Rimane sicuramente un'opera consigliata per gli amanti delle avventure narrative, ma solo purché abbiano un'ottima comprensione dell'inglese. In definitiva la sensazione che si potesse fare molto di più rimane comunque molto forte. 7.3