Ultime recensioni

Shantae: Half-Genie Hero

di Győző Baki / Baboy P 11 feb 2017
Forse alcuni appassionati di vecchia data della saga non saranno totalmente d'accordo con me, ma Shantae: Half-Genie Hero riesce a prendere gli aspetti migliori dei vecchi giochi, renderli più divertenti e dinamici e realizzarli con un look 2.5D straordinariamente curato e una colonna sonora stratosferica. Le confusionarie zone metroidvania lasciano spazio a sezioni più lineari ma molto varie e piene di azione, i segreti sono ovunque e le nuovissime trasformazioni rendono il gameplay molto vario e soddisfacente. L'umorismo poi, come sempre, è su alti livelli. La bella Shantae è tornata, e la sua avventura è assolutamente da provare per chiunque si ritenga appassionato di platform games. 8.3

Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue

di Andrea Giuliani / Linker360 P 3 feb 2017
Valutando oggettivamente l’offerta proposta, al momento Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue è la più povera delle tre collection. Birth By Sleep 0.2 - A Fragmentary Passage potrebbe valere da solo l’acquisto, ma la sua durata irrisoria rende l’attesa di Kingdom Hearts III ancora più sofferta, mentre Dream Drop Distance è un’ottima occasione per recuperarlo o rigiocarlo finalmente in italiano, anche se alcune feature mal si sposano in un contesto da console casalinga. Kingdom Hearts HD 2.8 Final Chapter Prologue è tuttavia un acquisto obbligato per i fan della serie, poiché offre comunque dei tasselli fondamentali per la trama che non possono essere ignorati, ma non aspettatevi la stessa ricchezza di contenuti delle prime due collection. 7.8

Knee Deep

di Carlo Burigana / Carlito P 3 feb 2017
Knee Deep è un titolo molto particolare e altrettanto difficile da giudicare. Sebbene l'idea di Prologue Games di inscenare un'avventura episodica in tre atti come fosse uno spettacolo teatrale mi abbia letteralmente conquistato, grazie anche ad un comparto artistico accattivante e originale che sfoggia tutta la sua personalità fin dai menu di sistema, l'assenza di giocabilità, che si riduce ad un impianto di risposte multiple e sporadici minigame a prova di errore, mi ha lasciato perplesso. A far traballare ulteriormente le già sottili fondamenta su cui si poggia il titolo ci pensano un comparto tecnico vecchio di due generazioni e la recitazione dei voice talent poco più che amatoriale. Ciliegina (avariata) sulla torta, l'assenza di una qualsiasi localizzazione italiana, che rende Knee Deep pane per gli anglofoni più temerari, che non temono una full immersion di circa due ore per episodio nell'inglese americano della costa occidentale. 6.5

Tales of Berseria

di Andrea Giuliani / Linker360 P 27 gen 2017
Tales of Berseria porta con sé una delle migliori storie storie della serie, rinnovandosi con tematiche più adulte e personaggi controversi e memorabili. La voglia di cambiamento si vede anche in un gameplay fedele al passato ma comunque rinnovato e funzionale, ma il tutto viene smorzato da una realizzazione tecnica che limita le potenzialità di questo JRPG. Si tratta dell’ultimo capitolo che verrà realizzato anche per PlayStation 3, per cui non possiamo che sperare che tutte le note positive e voglia di sperimentare di questo capitolo verranno portate anche prossimo episodio sfruttando finalmente appieno l’hardware di PlayStation 4… ma nel frattempo se siete appassionati o avete voglia di un JRPG maturo non dovreste assolutamente lasciarvi scappare Tales of Berseria. 8.3

Resident Evil 7 biohazard

di Giuseppe Genga / Neural P 23 gen 2017
Con Resident Evil 7 biohazard Capcom ha fatto una grande scommessa: un gioco completamente focalizzato sull'esperienza in singolo, senza modalità secondarie e con un cambio radicale di gameplay rispetto ai precedenti episodi, passando alla visuale in prima persona e riesumando e rielaborando meccaniche tipiche dei primissimi episodi della serie. Tante cose sarebbero potute andare male, ma la scommessa risulta invece vinta alla grande: quello che otteniamo è un titolo avvincente, ricco di tensione e spaventoso, che vi terrà sulle spine dall'inizio alla fine coinvolgendovi con una trama man mano sempre più intrigante (e che, anche una volta terminata, non mancherà di far discutere i fan che avanzeranno le proprie teorie sull'accaduto). Un grande nuovo inizio per la serie, che saprà convincere sia i fan di vecchia data che i nuovi arrivati, e la conferma di come, in un mercato sempre più dominato dai titoli multigiocatore, possa esserci ancora spazio per le grandi produzioni single player. In poche parole, un successo. 9.2

Hustle Kings VR

di Valerio Tosetti / Sonakin P 8 gen 2017
Lo stupore che accompagna i primi cinque minuti giocando a Hustle Kings VR è pari alla delusione che inizia dal sesto minuto in poi. Considerato che esiste tutt’oggi la versione gratis, in larga parte identica (le aggiunte infatti non giustificano il prezzo, visto che sono disponibili come DLC della versione free-to-play alla metà del prezzo a cui questo gioco viene venduto). Peccato, perché aveva la potenzialità di essere il primo titolo VR veramente longevo. 4.5

The Walking Dead: A New Frontier - Episodes 1 e 2

di Carlo Burigana / Carlito P 1 gen 2017
I primi due episodi di The Walking Dead: A New Frontier propongono tante certezze quante perplessità. Infatti, se sul fronte del gameplay non innovano nulla, anzi, copiano e incollano pedissequamente le stesse meccaniche viste nel passato della saga, fatte di quick time events, enigmi ambientali, bivi morali e dialoghi a scelta multipla, sul fronte narrativo propone un punto di vista inedito rispetto alle prime due stagioni, introducendo un protagonista e personaggi interessanti nuovi di zecca che sapranno farsi apprezzare non poco. A infiocchettare il tutto ci pensa il comparto tecnico, il migliore mai sfoggiato finora da una produzione Telltale, privo dei vistosi difetti dei giochi passati dovuti ai cali di framerate, animazioni legnose e fuori sync di labiale, complice sicuramente il buon lavoro di ottimizzazione del motore grafico già visto all’opera sulla serie Batman. Ora, cara Telltale, ci sarebbe solo bisogno dei sottotitoli in italiano e poi saremmo davvero a posto. 8.5

The Last Guardian

di Carlo Burigana / Carlito P 22 dic 2016
Nonostante i nove anni di attesa, The Last Guardian mantiene tutte le promesse fatte fin dai tempi del suo annuncio. L'avventura incredibile del bambino e del suo Trico vi appassionerà con i suoi enigmi ambientali, l'esplorazione, le sue epiche fughe e saprà toccare sapientemente le corde del vostro cuore con la tenerezza e il coraggio commovente dei due cuccioli protagonisti. Artisticamente meraviglioso e forte di un level design e una ricchezza di dettagli magistrale, The Last Guardian è un titolo bellissimo ed evocativo, che non dovreste scartare a causa dei difetti tecnici relativi alla gestione della telecamera e al sistema di controllo del protagonista. Complessivamente il lavoro svolto dal Team Ico e Fumito Ueda non può che ricevere applausi a scena aperta, sia per l'intensità narrativa dell'opera che per la realizzazione di Trico, una creatura dall'intelligenza artificiale tanto elaborata da sembrare viva. 9.0

Surgeon Simulator: Experience Reality

di Giuseppe Genga / Neural P 18 dic 2016
Surgeon Simulator: Experience Reality avrebbe potuto essere un titolo VR interessante ed anche molto divertente se non fosse reso così frustrante dall'impreciso sistema di controllo, inoltre il prezzo di copertina non risulta adeguato ai pochi contenuti offerti. Ne sconsiglio quindi l'acquisto a meno che, per pura curiosità o per fare due risate con gli amici, non vogliate provarlo, ma anche in tal caso è meglio attendere che sia scontato almeno a metà prezzo. 5.0

Final Fantasy XV

di Mirko Rossi / Thor P 13 dic 2016
E’ inutile girarci intorno. Final Fantasy XV, pur beneficiando di un gameplay solido e di una trama potenzialmente memorabile, paga in modo sensibile il prezzo di uno sviluppo travagliato. Il risultato è un titolo molto divertente da giocare ma poco omogeneo ed incapace di coinvolgere il giocatore dall’inizio alla fine nelle vicende narrate, a causa di una struttura “spaccata in due” che porta con sé molti fardelli della precedente generazione e che riesce a brillare solo a tratti. Alcuni buoni spunti su cui lavorare ci sono e la giocabilità aperta rappresenta effettivamente un grande passo avanti, ma nel complesso questo quindicesimo capitolo non riesce purtroppo a risollevare come dovrebbe le sorti della saga proponendosi come un buon inizio dal quale, speriamo, gli sviluppatori sappiano ripartire al più presto per creare qualcosa di davvero all’altezza del nome della serie. 7.8

STEEP

di Győző Baki / Baboy P 12 dic 2016
STEEP non è esente da difetti e chiaramente non è per tutti: non aspettatevi una trama di rilievo o una realizzazione tecnica all'avanguardia. Ma se siete alla ricerca di un titolo di sport estremi dove avere completa libertà e con tantissime attività da fare, il nuovo titolo di Ubisoft farà al caso vostro grazie anche ad un gameplay soddisfacente che unisce facilità di controllo ad una buona simulazione delle situazioni affrontate, il tutto in un mondo ricco di panorami affascinanti da esplorare, anche in compagnia. Un titolo sportivo coinvolgente, longevo e unico, nonostante qualche imperfezione di troppo. 8.2

Slain: Back from Hell

di Győző Baki / Baboy P 8 dic 2016
Slain: Back from Hell rivela essere un action-platform game old school davvero intrigante, con un'ambientazione infernale molto atmosferica, una colonna sonora metal particolarmente azzeccata ed una difficoltà dura ma giusta. Sfortunatamente alcune scelte di design e la breve durata ne minano il potenziale, ma se avete amato i vecchi Castlevania e non disdegnate dei buoni riffoni metal, troverete in Slain: Back from Hell un gioco più che piacevole. 7.6

Silence: The Whispered World 2

di Carlo Burigana / Carlito P 28 nov 2016
Con Silence: The Whispered World 2 i ragazzi di Daedalic Entertainment ci propongono il seguito diretto di The Whispered World, affascinante avventura grafica uscita sette anni or sono per PC, calandoci nuovamente nelle atmosfere sospese del magico regno di Silence: The Whispered World 2, che si dipanano attraverso gli occhi dei Noah e di sua sorellina Renie. Come il capitolo precedente, anche Silence: The Whispered World 2 può contare su una storia divertente, mai frustrante e dai toni scanzonati, sebbene non priva di momenti commoventi, intrisa di coraggio e amore fraterno. Lo stile grafico e sonoro hanno subito un restyling tecnico senza precedenti rispetto al passato, compreso il comparto artistico, davvero affascinate. A chiudere il cerchio ci pensano l'interfaccia di gioco molto intuitiva e ben disegnata e la localizzazione italiana dei testi, cosa rara di questi tempi sui titoli distribuiti solo in digitale. Le reali perplessità sul titolo sono legate ai costanti rimandi narrativi a The Whispered World, cosa che rischia di tagliare fuori chi non ha giocato la precedente avventura di Sadwick, e alla navigazione a tratti ostica dell'interfaccia, palesemente concepita per essere utilizzata con il mouse. 8.0

The Bug Butcher

di Győző Baki / Baboy P 27 nov 2016
The Bug Butcher è un run'n'gun ad arene insolito, caratterizzato da un gameplay interessante e piuttosto tattico, ma il tutto diventa presto piuttosto monotono anche se la rigiocabilità è piuttosto e la cooperativa locale aggiunge valore al titolo. Può sicuramente valere la pena provarlo per i 9,99 Euro richiesti. 7.6

Assassin's Creed: The Ezio Collection

di Giuseppe Genga / Neural P 27 nov 2016
Rivivere (o vivere per la prima volta, per chi se le era perse) le gesta di Ezio Auditore e Desmond Miles è un vero piacere, confermandoci come quei titoli avessero una marcia in più, soprattutto dal punto di vista del carisma e della trama, rispetto agli episodi più recenti della serie. Questo è però dovuto unicamente ai meriti dei titoli originali più che del remaster stesso, che si rivela essere appena sufficiente senza aggiungere un particolare valore al pacchetto. Nonostante questo, comunque, se amate la saga di Assassin's Creed adorerete (ri)giocare questi tre episodi, chiaramente purché siate disposti a chiudere un occhio sui problemi che si portano dietro. 7.5