MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Assassin's Creed: The Ezio Collection
copertina

Recensione - Assassin's Creed: The Ezio Collection

Vi siete persi la trilogia di Ezio Auditore durante la scorsa generazione, o semplicemente volete rigiocarla sulle console attuali? Ubisoft vi propone allora Assassin's Creed: The Ezio Collection, remaster dei tre episodi della serie narranti le gesta dell'assassino fiorentino. Scopriamo con quali risultati.

Il Gioco

Tra gli appassionati della serie di Assassin's Creed, molti concordano sul fatto che gli episodi che hanno visto protagonista Ezio Auditore sono ancor oggi i migliori della serie, ed è difficile dargli torto: col suo fare spavaldo Ezio è probabilmente tra i più carismatici protagonisti della serie, a livello di gameplay il gioco ha visto elementi eccellenti come le missioni stealth di Leonardo da Vinci o la gestione delle aree dell'enorme Roma, mentre le trame "ai giorni nostri" non sono più state interessanti quanto quelle che vedevano protagonista Desmond Miles, pur con i problemi che queste avevano. Tutto questo senza considerare le splendide ambientazioni italiane e mediorentali che facevano da teatro all'azione. Non è quindi una sorpresa che Ubisoft abbia voluto riproporci con Assassin's Creed: The Ezio Collection l'intera trilogia in una raccolta remaster che contiene le componenti single player di tutti e tre i giochi. La raccolta include infatti Assassin's Creed II, Assassin's Creed: Brotherhood e Assassin's Creed: Revelations, ognuno dei quali completo dei DLC usciti dopo il lancio ma privi della componente multigiocatore che accompagnava Brotherhood e Revelations. Sono presenti inoltre due film, AC Lineage e AC Embers, il primo girato dal vivo ed il secondo d'animazione, che complementano la storia della trilogia ponendosi uno all'inizio e l'altro alla fine delle vicende narrate.

Per chi non ha mai giocato questi titoli, un accenno generale a trama e ambientazioni è d'obbligo. Assassin's Creed II arriva dopo la delusione del primo gioco della serie, che avrebbe dovuto essere molto più complesso dal punto di vista del gameplay ed invece si rivelò, seppur essendo innovativo in molti aspetti, piuttosto limitato. Con AC2 Ubisoft volle quindi riscattarsi, introducendo quelle meccaniche di gameplay che erano state promesse ma non erano presenti nel primo titolo della serie, come la possibilità di usare i cittadini per nasconderci o sfuggire ai nemici, migliorandone altre che risultavano problematiche - come l'arrampicata e corsa acrobatica - e dotando il tutto di una trama più complessa e di ampio respiro, ambientazioni più affascinanti come Firenze e Venezia e in definitiva rendendo il tutto molto più vario. Anche il protagonista subì un vero reset: da Altair si passò ad Ezio Auditore, al quale era però legato dalla linea di sangue che portava direttamente a Desmond Miles, il secondo protagonista della serie che, utilizzando l'Animus, riviveva le vicende dei suoi antenati. Il gioco non concludeva però la storia di Ezio, che continuò poi in Brotherhood, che vedeva il protagonista agire in una vastissima Roma rinascimentale combattendo contro i Templari e i poteri clericali, per poi approdare a Costantinopoli in Revelations. Il gameplay di base dei due sequel è sempre rimasto simile a quello di AC2, aggiungendo però ogni volta nuovi elementi, anche manageriali, o rifinendo alcuni aspetti.

MP Video - Assassin's Creed: The Ezio Collection

Assassin's Creed: The Ezio Collection si propone come remaster "puro" dei tre titoli, senza aggiungere nuove feature, sistemare eventuali problemi o bug preesistenti (ovviamente qualsiasi miglioramento post-lancio ricevuto dai titoli tramite patch è presente anche qui); per maggiori approfondimenti sui tre titoli vi rimando quindi alle nostre recensioni precedenti che rimangono ancora valide: Assassin's Creed II, Brotherhood, Revelations. Come già detto, comunque, qui non è presente la componente multiplayer degli ultimi due titoli del gruppo.

Quello che questa versione aggiunge, invece, è la grafica a 1080p ed un miglioramento generale nella definizione delle textures e nella distanza visiva sulle città quando siamo in punti sopraelevati; il motore ed il modello di rendering sono rimasti gli stessi, ma generalmente si nota una palette di colori più ricca e satura. Il titolo che giova maggiormente di questo trattamento è sicuramente Revelations, che già in originale aveva goduto di miglioramenti nel motore grafico e nei modelli dei personaggi e che in questa versione rinnovata fa sicuramente la sua figura, pur tradendo le proprie origini old gen. Assassin's Creed II è invece il titolo che ne esce fuori più ammaccato, con personaggi dai volti spigolosi e animazioni legnose. Ovviamente tutti e tre i giochi sono completamente in italiano, come in origine.

Amore

L'evoluzione di una serie

- Uno dei meriti maggiori di Assassin's Creed: The Ezio Collection è mostrarci quanto la serie di Assassin's Creed si sia evoluta nelll'arco dei tre anni che distanziano AC2 da Revelations. Di titolo in titolo sono evidentissimi sia i progressi fatti dalla serie sul fronte grafico, che quelli fatti sul fronte della struttura di gioco e delle meccaniche di gameplay, con nuove feature e rifiniture importanti aggiuntesi ad ogni capitolo. Passare dai legnosi personaggi "marionetta" di AC2 agli ottimi volti e animazioni di Revelations, dove il motore è anche maggiormente capace di dar vita a suggestivi effetti di luce, rende evidente quanto la serie si sia evoluta nell'arco di due anni.

Il meglio di Assassin's Creed

- Nonostante il costante calo di popolarità subito dalla serie di AC, che ha costretto Ubisoft a metterla a riposo in attesa di un vero rilancio in grande stile, personalmente gli ultimi episodi come Unity e Syndicate non mi sono dispiaciuti; ma rigiocando alla saga di Ezio ho avuto nuovamente chiaro quanto quei giochi gli fossero superiori per storia, caratterizzazione dei personaggi, ambientazioni ed in alcuni casi anche per meccaniche di gioco. Senza parlare della trama ai giorni nostri, la più grande vittima nella serie da AC3 in poi. In questi giochi c'era una magia, una "visione" nel portare avanti un certo tipo di gioco che sembra poi essersi persa. Ed è bello poterla rivivere nuovamente.

Odio

Vecchi problemi

- Assassin's Creed: The Ezio Collection risulta purtroppo essere un lavoro di remaster un po' pigro: se l'aumento di risoluzione e di dettaglio nelle textures permette di rinnovare i tre giochi rendendoli più presentabili sulle nuove console, è anche vero che oltre a questo non è stato fatto altro e troviamo quindi intatti i problemi che i giochi presentavano in origine. Oltre ai già citati personaggi a bassa mole poligonale di AC2, ritroverete quindi il sistema di combattimento problematico, i problemi di del sistema di scalata e corsa acrobatica che ci vedono saltare nel vuoto quando non volevamo farlo o iniziare ad arrampicarci quando volevamo semplicemente fuggire tra la folla, e anche qualche bug qua e là. Se poniamo i lavori di remaster su una scala da 1 a 5, dove 1 è un semplice porting senza miglioramenti neanche grafici e 5 è un lavoro completo di riscrittura dell'engine e di correzione dei bug per donare nuova vita al gioco, Assassin's Creed: The Ezio Collection meriterebbe probabilmente un 2.5. Senza infamia e senza lode, ma una saga di questo tipo meritava di più.

I filmati

- Come già accennato, la collection include anche i due cortometraggi Assassin's Creed Lineage e Embers, ma anche in questo caso la loro inclusione risulta fatta in maniera troppo superficiale. Lineage presenta un livello di compressione estremamente elevato, che rovina molto i dettagli dell'immagine e crea anche fastidiose alterazioni dell'audio verso le alte frequenze; meglio da questo punto di vista Embers, che risulta più definito, ma entrambi cadono vittime di un pessimo video player che, oltre a tentennare durante le carrellate lunghe facendo scattare il video, non dispone neanche di funzionalità basilari di pausa o riavvolgimento. Se per errore durante la visione doveste premere un pulsante qualsiasi del pad, uscirete al menu principale e sarete costretti a ricominciare l'intera visione dall'inizio (fortunatamente entrambi i filmati durano meno di un'ora). Insomma, l'inclusione dei due film risulta essere fatta in maniera molto affrettata e superficiale, giusto per aggiungere una voce in più sul retro di copertina.

Tiriamo le somme

Rivivere (o vivere per la prima volta, per chi se le era perse) le gesta di Ezio Auditore e Desmond Miles è un vero piacere, confermandoci come quei titoli avessero una marcia in più, soprattutto dal punto di vista del carisma e della trama, rispetto agli episodi più recenti della serie. Questo è però dovuto unicamente ai meriti dei titoli originali più che del remaster stesso, che si rivela essere appena sufficiente senza aggiungere un particolare valore al pacchetto. Nonostante questo, comunque, se amate la saga di Assassin's Creed adorerete (ri)giocare questi tre episodi, chiaramente purché siate disposti a chiudere un occhio sui problemi che si portano dietro.
7.5

c Commenti

copertina

L'autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, inizia nel 2002 un'avventura da insider nel mondo dei videogiochi partendo con la concorrenza ma maturando sempre più interesse per il mondo Playstation. Nel 2013 decide finalmente di aprire MondoPlay, con l'obiettivo di farlo diventare il sito di riferimento per tutti gli amanti italiani della console Sony.

c

Commenti

i Le recensioni di MP esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus