MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
TT Isle of Man
copertina

Recensione - TT Isle of Man

Bigben Interactive e Kylotonn ci propongono con TT Isle of Man di salire in sella in una delle location più amate dai motociclisti di tutto il mondo: il leggendario percorso di Snaefell Mountain. Se amate le emozioni adrenaliniche su due ruote, scoprite con noi se il gioco meriti la vostra attenzione.

Il Gioco

La gestazione è stata lunga ma, alla fine, Kylotonn Racing Games e Bigben Interactive sono riuscite nell’impresa di trasporre sulle nostre console l’evento annuale che trasforma le strade dell'Isola di Man in una delle più incredibili piste da corsa del mondo. Parliamo di un tracciato lungo 60,720 km che, con le sue 264 curve, si dipana alternando il territorio urbano di piccole cittadine a quello della campagna extraurbana, portando con sé tutto ciò che morfologicamente si trova nella quotidianità degli abitanti dell'isola. Il Tourist Trophy, meglio noto come TT Isle of Man, è una corsa motociclistica che oltre 100 anni fa dei pazzi gentlemen inglesi si sono inventati per mettere alla prova il loro sangue freddo e i loro nervi saldi, sfrecciando su piccole stradine costellate da innumerevoli ostacoli naturali. Una gara epica di un tempo che non c’è più, ma di cui rimangono statistiche impressionanti come le oltre 140 vittime solo durante le corse ufficiali o il record di Joey Dunlop che dal 1977 al 2000 ha totalizzato 26 vittorie e 40 podi nelle diverse categorie.

E allora non ci resta che provare subito quello che Kylotonn è riuscita a fare per trasportare nel gioco uno spettacolo unico come il Tourist Trophy. In partenza il gioco ci propone un breve ma efficace tutorial per familiarizzare con i comandi e la guidabilità delle moto. Subito dopo veniamo salutati da un menu semplice ed essenziale visto che ci propone le opzioni Solitaria e Multigiocatore, oltre alle classifiche online. Nelle opzioni del gioco troviamo inoltre la possibilità di impostare il tipo di gameplay desiderato agendo sul settaggio Stile di Guida, modificabile da principiante a simulazione e Difficoltà, da facile a esperto.

MP Video - TT Isle of Man

La modalità Solitaria prevede tre opzioni classiche: Gara Rapida, Corsa a Tempo e Carriera. Se l’obiettivo principale della Carriera è ovviamente conquistare il leggendario circuito della Snaefell Mountain, per arricchire l’esperienza del gioco gli sviluppatori vi hanno aggiunto anche 9 tracciati di fantasia ispirati a tracciati veri. Tutti i dieci circuiti sono a disposizione anche nelle Gare Rapide, che ci permettono di perfezionare le nostre abilità di guida. Ovviamente il nucleo centrale del gioco rimane la modalità Carriera. Una volta scelto e configurato il nostro pilota passiamo alla nostra moto, potendo decidere tra 8 marche con rispettive varianti nelle due categorie a disposizione: Supersport e Superbike. Questa modalità ci presenta un sistema di progressione tramite eventi da accettare ogni volta che ci verranno comunicati tramite email. La prima moto è gratuita ma, per sbloccare le altre, dovremo vincere le gare per guadagnare il denaro con cui acquistarle. Determinati determinati eventi, inoltre, sono accessibili solo con specifiche moto, che quindi siamo obbligati ad acquistare. Troviamo inoltre un meccanismo di manutenzione e riparazione delle moto che attinge automaticamente dal nostro borsellino. In totale il gioco ci permette di scegliere tra 40 moto e 23 piloti ufficiali. La modalità multigiocatore ci permette invece di giocare sia in locale che online con un massimo di 8 giocatori, e l'opzione locale è stata la più facile da testare vista l’esiguità di giocatori che ho trovato durante la prova.

Ma, se sin qui, TT Isle of Man non nasconde qualche limitazione in termini di contenuti e longevità (ma la situazione migliorerà a maggio con l'arrivo di un DLC gratuito con la Formula Sidecar TT introdotta nel 1923), è nella spettacolare esperienza di guida che trova il suo riscatto ed il suo spazio nello scaffale dei videogiochi motociclistici. Si parte dalle ottime piste ottenute tramite Laser Scanning per riprodurre una replica perfetta dell’incredibile “Snaefell Mountain Course” in scala 1:1: il risultato finale è quanto di più spettacolare un giocatore possa chiedere salendo su un simulatore come questo. Il motore grafico Kt Engine 3D della Kylotonn Racing ed i settaggi della moto e delle condizioni climatiche di TT Isle of Man faranno tutto il resto. E sarà una corsa gloriosa sfrecciando nei dettagliatissimi paesini e tuffandoci nella natura selvaggia dove, entrando in lunghi archi di piante, veniamo trafitti da meravigliosi effetti grafici che riproducono accecanti raggi di sole mentre la nostra moto supera i 200 km/h. Ed i villaggi con i loro negozi ed i loro ostacoli saranno un niente sperduto nella lunga cavalcata che affronteremo per 60 km. Sotto di noi una moto che seguirà i nostri comandi, pronta a scodare non appena usciremo sul ciglio erboso o pronta a volare con noi sugli alberi dopo una nostra manovra errata. Basta cambiare assetto togliendo gli aiuti per trasformare TT Isle of Man da un impegnativo arcade ad un ottimo simulatore che non invidia i più blasonati titoli del genere. E non importa se il gioco non raggiunge prestazioni estreme in termini di FPS, le sensazioni realistiche che si provano in termini di velocità, controllo e bellezza del gioco sono adrenaliniche, quindi, bastano e avanzano.

Amore

Tracciato affascinante e graficamente sorprendente

- La riproduzione dello Snaefell Mountain Course è l’asso nella manica del gioco. Una riproduzione spettacolare del tracciato iconico dell’Isola di Mann. Non c’è punto che non sia stato mappato con precisione estrema. Strade, mura, piante, tunnel, cordoli, cartelli stradali, abitazioni e buche sono solo una parte di ciò che troverete splendidamente dettagliato in questo gioco. Una vegetazione incredibilmente precisa e realistica vi avvolgerà per i più dei 20 minuti che vi serviranno per percorrere completamente il tracciato. Un lavoro bellissimo ed un risultato eccelso da parte di Kylotonn Racing.

Arcade e simulazione

- Parliamoci chiaro, non tutti siamo dei Pro o fanatici dei giochi delle due ruote senza aiuti. Ma qui TT Isle of Man riesce a soddisfare le diverse categorie di giocatori. Mai come in questo gioco le diverse configurazioni dello stile di guida associate alla difficoltà riescono piacevolmente a far crescere la propria esperienza e capacità di padroneggiare le moto. Provare per credere.

Odio

Contenuti

- Se da un lato lo Snaefell Mountain Course è l’asso nella manica del gioco, dall’altra rimane l'unica vera attrattiva presente. Non aiutano molto i nove circuiti aggiunti, né la Carriera un po’ piatta, priva di accessori, di moto e di qualsiasi variante dei moderni simulatori. Tutto questo rende il gioco povero e poco longevo, e la mossa del DLC gratuito che verrà distribuito a maggio sembra proprio andare a tamponare questa lacuna.

Prezzo

- Questa è la logica conseguenza della carenza nella voce precedente. Visti i contenuti proposti dal gioco, invece del prezzo pieno sarebbe stato maggiormente gradito un approccio commerciale più aggressivo con un prezzo budget, rendendo così TT Isle of Man più attraente per tutti da subito.

Tiriamo le somme

Pensare di trarre un videogioco dal trofeo dello Snaefell Mountain Course è stata un’idea pazza ed estrema come la competizione stessa. Il risultato risveglia gli istinti più ancestrali nei motociclisti moderni e così, per gli appassionati di corse su due ruote e per chi cerca esperienze uniche, TT Isle of Man è sicuramente un gioco da provare. Da provare per sfidare sé stessi in lunghe cavalcate che ogni volta ci inchioderanno per quasi mezz’ora di fronte allo schermo, storditi da uno spettacolo magnifico e da una guida in grado di dare molte soddisfazioni. Purtroppo, però, il gioco non possiede un corredo sostanzioso di contenuti in grado di affiancare il circuito principale, e questa lacuna si fa sentire soprattutto considerando il prezzo al quale il titolo è venduto.
7.5

c Commenti

copertina

L'autore

Amante degli animali, tecnologo, videogiocatore da sempre, passa dai Laboratori di Ricerca in Biologia Molecolare alle Multinazionali IT Americane nei gloriosi anni ‘90. La giornata perfetta: un paio di Martini molto secchi, Frank Zappa nelle orecchie, 3-4 ore divise tra Doom e Half-Life e al fianco la sua "ferocissima" bassottina a pelo duro.

c

Commenti

i Le recensioni di MP esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus