MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Super Cane Magic Zero
copertina

Recensione - Super Cane Magic Zero

Dopo diversi anni di attesa e l'early access su PC arriva finalmente sulle nostre console Super Cane Magic Zero, titolo del noto youtuber e fumettista Sio in collaborazione con gli italiani Studio Evil. Tra nonsense, risate e gioco di ruolo ci siamo immersi nel regno di WOTF in questa esilarante avventura; eccovi il nostro resoconto!

Il Gioco

“Tanto tempo fa, nella lontana terra conosciuta come "Molise", viveva Giorgio, un commercialista di Bergamo. Ma Giorgio non c'entra nulla con la nostra storia”. Questa è la prima frase di Super Cane Magic Zero e, nonostante un certo dispiacere nel non poter approfondire la vita del commercialista Giorgio, dovrebbe rendere già chiaro che tipo di gioco ci troviamo davanti. In realtà basterebbe seguire il canale Scottecs dello youtuber Simone “Sio” Albrigi per avere un’idea di cosa ci aspetta, perché Super Cane Magic Zero è basato proprio sui personaggi di questo folle fumettista italiano che negli anni ha saputo ritagliarsi una notevole fetta di pubblico, e periodicamente le sue assurde storie strappano più di un sorriso anche solo con pochi e semplici disegni. Il suo stile “minimal” non è dato da una particolare scelta, ma per sua stessa ammissione semplicemente non sa disegnare. Eppure quei personaggi così abbozzati ma tremendamente espressivi hanno fatto breccia nel cuore dei lettori (o spettatori nel caso del canale YouTube), e mai mi sarei aspettato di poterli incontrare in un videogioco. L’annuncio di Super Cane Magic Zero è stato quindi un’assoluta sorpresa nel 2014, e la raccolta fondi per finanziare il progetto è stata accolta calorosamente dai fan rendendo possibile per Studio Evil realizzare il gioco. Si trattava pur sempre di un piccolo team indie, e le ambizioni si sono rivelate forse soverchianti per così poche persone, richiedendo diversi anni per arrivare al risultato finale; ma posso dire che ne è valsa la pena.

img
Super Cane Magic Zero è un titolo divertente ma sorprendentemente profondo, vediamo quindi le caratteristiche del gioco. La storia come anticipato è un totale delirio e nonsense, ma non per questo meno appassionante. La scelta iniziale si limita a quattro personaggi base come Coso, Cosa, Giancoso e Annacosa, ognuno con statistiche e classi differenti come Fornaio o Influencer, ma nel corso dell’avventura si potranno sbloccare e utilizzare anche diversi altri personaggi “storici” tra cui Nonno Laser e il Dott. Culocane. Una volta scelto il proprio avatar ci si ritrova catapultati nel regno di WOTF, e la situazione non è delle migliori: il Mago Torta infatti è morto a causa di uno starnuto, e per la tristezza il suo cane AAAH! è diventato magico, e ora ogni volta che abbaia nel mondo accadono disastri e cose assurde. Il nostro compito sarà quindi quello di trovare e sconfiggere AAAH! prima che distrugga il mondo, ma naturalmente per riuscire nell’impresa servirà l’aiuto di altri personaggi.

MP Video - Super Cane Magic Zero

La storia vi terrà occuparti per buone 20/30 ore, anche se molto dipende dal livello di difficoltà impostato: non fatevi ingannare dai disegni carini e le continue battute, Super Cane Magic Zero è un titolo in grado di mettere seriamente alla prova le vostre abilità, e più di una volta mi sono trovato a riprovare i livelli diverse volte prima di riuscire ad andare avanti… ed avevo impostato la difficoltà a normale. Sia dal punto di vista del gameplay che dello stile grafico infatti l’ispirazione a titoli come The Binding of Isaac è piuttosto palese, anche se non mancano alcune meccaniche originali.

Super Cane Magic Zero ha una base “action” che ci vede brandire diverse armi sia corpo a corpo che a distanza, ma di particolare importanza è lo stordimento. Continuando a colpire i nemici questi potranno essere storditi per alcuni secondi, permettendo così al nostro eroe di sollevarli e lanciarli contro una parete o contro altri nemici per infliggere gravi danni. Sfruttare questa meccanica è fondamentale per sopravvivere negli scontri più caotici, in particolare quando il Mana a disposizione scarseggia e non si possono usare magie o oggetti da lancio. Alla stessa maniera si possono sollevare e lanciare anche la maggior parte degli oggetti presenti nello scenario, ma anche mangiarli. Mangiare è un’altra meccanica fondamentale poiché permette di curarsi e ottenere dei bonus temporanei alle statistiche, ma bisogna anche stare attenti a cosa si mangia: frutta e cibi vari possono andare bene, ma mangiare sassi o ruote potrebbe non essere proprio salutare per il proprio stomaco. Ogni personaggio inoltre ha particolare diete o stili di alimentazione che favoriscono i bonus (o malus) a seconda di cosa si mangia, per cui lo stesso cibo può avere effetti completamente diversi in base a chi si utilizza. Infine ogni personaggio dispone anche di un attacco speciale unico e abilità passive, rendendo quindi la scelta dell’avatar strategica a seconda della sfida.

img
Esplorando la mappa ci si può imbattere in equipaggiamento che modifica sia le statistiche che l’aspetto del nostro eroe, ma non aspettatevi equipaggiamento normale, dopotutto di normale non c’è assolutamente nulla in Super Cane Magic Zero: preparatevi quindi ad affrontare i nemici con un vaso con un fiorellino come copricapo, della peluria vichinga come armatura e una gonnellina di sassi per le gambe armati di un temibile lancia piccioni, solo per fare un esempio neanche particolarmente estremo. In diverse occasioni dovremo anche spremere le meningi per risolvere degli enigmi ambientali tirando leve o attivando meccanismi a pressione, inoltre raccogliendo abbastanza risorse ci si può anche cimentare nella ricostruzione di un villaggio.

img
L’intera storia può essere affrontata in cooperativa fino a 4 giocatori, ed è presente anche una componente multiplayer competitivo unicamente in locale in cui sempre fino a 4 giocatori possono combattere tra di loro in un delirio totale nelle 8 mappe a disposizione. Dal punto di vista tecnico Super Cane Magic Zero presenta uno stile cartoon piuttosto pulito e dettagliato, con animazioni volutamente grezze esattamente come i corti animati creati dallo stesso Sio sul suo canale YouTube. Il frame-rate si è dimostrato solido per la maggior parte del tempo, anche se in alcuni casi ho notato sporadici cali o situazioni in cui il gioco è andato letteralmente a scatti per alcuni secondi, ma si è trattato davvero di casi estremi e rari.

Amore

Una puntata interattiva

- La prima impressione che si ha appena avviato Super Cane Magic Zero è quello di trovarsi all’interno di un vero e proprio video di Sio. Lo stile grafico è semplicemente perfetto nel riprendere quello originale, e dall’inizio alla fine si ha la sensazione di assistere ad un lunghissimo video in cui non abbiamo la possibilità di interagire in prima persona. Non posso quindi che fare i complimenti a Studio Evil per aver saputo tradurre in videogioco il pieno spirito di Sio.

Furbuffo non è sinonimo di semplice

- Se pensate che Super Cane Magic Zero sia un titolo unicamente per “cazzeggiare”, vi sbagliate di grosso. Certo è innegabile come il gioco sia divertente, ma al tempo stesso sa essere anche piuttosto punitivo e impegnativo. L’anima spensierata e leggera della storia si fonde con delle meccaniche da action RPG quasi brutali, e anche le creature più carine e coccolose possono portarci ad un prematuro Game Over. Da non sottovalutare anche la gestione dei diversi skill tree con le varie abilità passive e attive da sbloccare spendendo i punti esperienza per rendere il nostro eroe sempre più forte e in grado di superare le boss fight più toste.

Più siamo meglio è

- Super Cane Magic Zero è divertente giocato da soli, ma diventa veramente esilarante giocato in compagnia sia in cooperativa che in competitiva nell’Arena. Alla fine è esattamente come guardare un video di Sio su Youtube, ci si fa una risata da soli ma è molto meglio condividerlo con qualche amico vicino.

Una comicità unica...

- Se amate Sio amerete alla follia anche Super Cane Magic Zero. Il gioco è pregno di citazioni alle opere del fumettista italiano e un umorismo totalmente nonsense, per cui se apprezzate questa tipologia di comicità si tratta di un gioco che vorreste non finire mai.

Odio

…ma non per tutti

- Allo stesso modo tuttavia si tratta di un umorismo abbastanza particolare, per cui il rovescio della medaglia è che non avete mai riso con le battute di Sio o con il nonsense in generale allora Super Cane Magic Zero non vi farà certo cambiare idea, anzi non è proprio un gioco a cui avvicinarsi.

Niente online

- Come accennato poco fa Super Cane Magic Zero è un titolo che dà il meglio di sé quando giocato in compagnia, per cui è un peccato il multiplayer sia unicamente in locale. Certo avere amici nella stessa stanza è indubbiamente più divertente ma non sempre possibile, per cui l’impossibilità di poter giocare anche a distanza è una pecca non da poco.

Manca solo una cosa

- Chi segue i video di Sio sa bene come buona parte della comicità sia dovuta anche al suo doppiaggio. Purtroppo Super Cane Magic Zero non ha nessun tipo di voce ma solo sottotitoli (tra l’altro tradotti in ben 10 lingue), e l’assenza della sua iconica voce si nota parecchio. Più di una volta ho provato a leggere i testi immaginandoli con la voce di Sio, e più ci penso più mi convinco che la qualità sarebbe aumentata di tantissimo.

Tiriamo le somme

Super Cane Magic Zero è un titolo che si è fatto attendere più del previsto, ma l’attesa è stata ben ripagata. Il gioco riesce a fondere l’universo folle e nonsense di Sio sia a livello di umorismo che ri resa grafica, il tutto senza dimenticare la parte ludica con un gameplay piuttosto impegnativo e gratificante che ricorda molto The Binding of Isaac. I fan saranno sommersi di citazioni ai video e fumetti più famosi dello youtuber, ma se invece non apprezzate Sio o la comicità nonsense purtroppo questo non è il gioco che fa per voi. Peccato infine per il multiplayer unicamente in locale e l’assenza della voce del mitico fumettista, ma a parte queste sbavature Super Cane Magic Zero non ha tradito le aspettative e merita di essere provato.
8.0

c Commenti


L'autore

I videogame lo intrigano fin da piccolo nonostante il disappunto della nazi-mamma, che alla fine è costretta a cedere e sopporta anche la sua mania per i Comics, i Manga e il collezionismo di Limited Edition. Spera di farsi strada nel mondo del giornalismo videoludico muovendo i primi passi nel dicembre 2011, inoltre studia psicologia per cercare di capire il comportamento dei fanboy.

c

Commenti

i Le recensioni di MP esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus