MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
PS4 - Accessori

Nacon Revolution Pro Controller 2 - messo alla prova

Il produttore statunitense Nacon Gaming continua a proporci accessori per gamer di tutti i tipi e, con il Revolution Pro Controller 2, evolve ulteriormente il proprio pad per PS4 pensato specificamente per i pro gamer ed il mondo degli eSport. L'abbiamo potuto provare a fondo grazie al distributore europeo Bigben Games: eccovi la nostra opinione.
Il Revolution Pro Controller 2 è un controller wired per PS4 e PC, che al prezzo di circa 129,99 Euro, si propone come alternativa di fascia alta al classico pad per PS4, offrendo una serie di funzionalità pensate per i giocatori più competitivi, pro o impegnati nel mondo degli eSport che cercano prestazioni superiori e maggior personalizzabilità rispetto al controller standard. Si tratta di una revisione del precedente Revolution Pro Controller, rispetto al quale mantiene pressoché inalterato il look e le caratteristiche fisiche, aggiungendo però alcune interessanti feature oltre alla compatibilità PC che alla prima versione del controller mancava.

Le caratteristiche principali sulle quali Nacon punta con questo accessorio sono: la comodità, data sia dalla presenza di pulsanti inferiori facilmente raggiungibili e programmabili che dalla disposizione asimmetrica delle levette del pad e dal D-Pad circolare anziché a croce; la configurabilità, con un software che ci permette di rimappare tutti comandi su quattro diversi profili oltre che regolare la sensibilità degli stick e la forza della vibrazione dei due motori presenti; le prestazioni, con levette analogiche dall'ampio range di movimento e pulsanti dalla risposta rapida. Vediamo se, alla prova dei fatti, queste caratteristiche risultano effettivamente vantaggiose per il giocatore.

  • img
  • img
  • img
  • img

Partiamo dalla confezione, che si presenta in maniera molto elegante e con un'apertura magnetica "a scrigno" dopo aver rimosso l'involucro esterno con la foto del controller; all'interno troviamo il controller, il lungo (3 metri) cavo USB di collegamento alla console con guaina in tessuto intrecciato, una sacchetta in tessuto nella quale riporre controller e cavo durante gli spostamenti ed un set di pesi con i quali bilanciare il pad stesso.

Il controller appare molto robusto, con una buona solidità di tutte le sue parti; si nota un'eccessiva leggerezza data però dal fatto che, come per il modello precedente, il peso del pad è calibrabile dal giocatore tramite una serie di pesi di diversi tagli inseribili in appositi slot posti nelle due parti inferiori, le "maniglie", dello stesso. Rispetto al passato ritornano anche il classico led ad anello che circonda la levetta destra, le ottime levette dall'ampia corsa e dall'eccellente velocità di ritorno ed i quattro pulsanti posti nella parte inferiore, raggiungibili con anulare e dito medio mentre si impugna il controller, per rendere più accessibili ed immediate determinate funzioni dei giochi. Una novità rispetto alla prima versione del controller è invece il fatto che ora il cavo utilizza una connessione standard di tipo USB-C, invece di quella proprietaria con jack da avvitare vista in passato.


E se esteriormente il Revolution Pro Controller 2 appare solido e ben fatto, impressioni parimenti positive derivano dalla prova su strada dell'accessorio. Una volta connesso tramite il lungo cavo alla console, nelle mani risulta molto comodo, con un il rivestimento in plastica opaca, quasi gommata, che garantisce un buon grip. Anche i thumbstick appaiono estremamente comodi, anche se forse un po' troppo duri nella parte superiore che avrebbe potuto giovare di una maggior gommatura (quelli del DualShock 4 risultano più morbidi) o della presenza nella confezione di cappellini gommati, qui assenti. Grilletti e pulsanti dorsali appaiono molto comodi, con i primi che riescono a restituire un feeling molto migliore rispetto al controller standard, ed i secondi estremamente reattivi con bel "click" alla pressione. Anche i pulsanti programmabili inferiori sono molto ben raggiungibili e possono risultare particolarmente comodi per sostituire quei comandi meno pratici come la pressione verticale sugli stick per correre o mirare in alcuni giochi.

Prima di mettere alla prova il controller, però è bene capire le diverse modalità in cui può operare: la confezione non contiene il manuale ma solo un rimando a quello online, dal quale scopriamo che il pad dispone, oltre alla modalità PC, di due modalità selezionabili tramite uno switch nella parte inferiore: la "Pro Control" e l'"Advanced". La modalità Pro Control è la più semplice ed immediata, è caratterizzata dall'illuminazione blu dell'anello intorno allo stick destro e, quando è attivata, ci permette unicamente di assegnare al volo le funzioni dei quattro pulsanti programmabili sotto il pad, senza intervenire su nessun altro settaggio. La modalità Advanced, invece, è caratterizzata dal colore rosso dell'anello luminoso e ci consente di switchare tra uno dei quattro programmi memorizzati nel controller. Questi si modificano tramite un apposito software per PC scaricabile dal sito Nacon, che si permette di intervenire su tutti i parametri: zona morta dei grilletti, curva di risposta e sensibilità degli stick, mappatura dei pulsanti, intensità della vibrazione ed anche la luminosità dell'anello. E' inoltre possibile salvare i nostri preset sul sito Nacon associandoli ai vari giochi in commercio, e quando il controller sarà più diffuso potremo scaricare e testare quelli fatti dagli altri giocatori.

  • img
  • img
  • img

Alla prova dei fatti, il Revolution Pro Controller 2 ha dimostrato di avere un'ottima velocità di risposta di tutti i comandi, gli stick risultano molto più comodi da usare rispetto a quelli standard e soprattutto i pulsanti programmabili inferiori sono stati molto utili per mappare comandi altrimenti più scomodi; molto interessante ad esempio la possibilità di associarli al cambio marcia nei racing games, così da avere tutto a portata di dita. Il D-Pad circolare si presta inolttre molto ai picchiaduro, per quelli che lo preferiscono allo stick. Anche la vibrazione risulta estremamente energica quando configurata al massimo, ma anche la possibilità di ridurla notevolmente per chi la preferisce più leggera è un'ottima opzione.

Tra i lati negativi invece c'è da menzionare che è esclusivamente wired, ma vista la sua collocazione come controller per il mondo pro/eSports non è un gran problema visto che i professionisti usano quasi sempre controller wired anche per minimizzare l'input lag, e l'assenza della Lightbar, che potrebbe causare problemi con alcuni giochi, soprattutto quelli VR, che la richiedono per tarare la posizione del pad. Ma, anche in questo caso, non parliamo di certo di un ambito pro-gaming. La cosa che invece si fa notare maggiormente è l'eccessiva somiglianza, seppur ad un prezzo più elevato, rispetto alla precedente versione del controller: esteticamente e funzionalmente è cambiato ben poco, quindi di motivi per passare a questo, se già si possiede il primo, non ce ne sono a meno che non lo si voglia usare anche su PC. Non sarebbe stato male disporre di elementi intercambiabili come stick di diverse lunghezze o D-Pad di forme diverse, come proposto da Microsoft sul suo controller Elite: avrebbe sicuramente reso più allettante l'acquisto di questo accessorio al prezzo a cui è proposto, che allo stato attuale sembra un tantino alto rispetto alle feature offerte.

Ad ogni modo, comunque, il Revolution Pro Controller 2 risulta essere un ottimo controller, comodo ed estremamente reattivo con grandi possibilità di personalizzazione. Se siete in cerca di un controller competitivo ed il prezzo non è per voi un problema, è un prodotto del quale tenere sicuramente conto.

c Commenti


L'autore

Classe '72, dall'animo geek e appassionato da sempre di videogiochi e informatica, inizia nel 2002 un'avventura da insider nel mondo dei videogiochi partendo con la concorrenza ma maturando sempre più interesse per il mondo Playstation. Nel 2013 decide finalmente di aprire MondoPlay, con l'obiettivo di farlo diventare il sito di riferimento per tutti gli amanti italiani della console Sony.

c

Commenti

Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus