MondoPlay">

Life is
Play!

MondoPlay

home
Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto

Recensione - Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto

Dopo aver ottenuto eccellenti consensi su PC e Switch, il metroidvania "insettoso" di Team Cherry Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto arriva finalmente sulle nostre console. Scopritene le qualità nella nostra recensione!

Il Gioco

Il piccolo villaggio di Pulveria, un tempo ricco e affascinante, ormai non è altro che una serie di rovine in mezzo all'oscurità: solo pochi abitanti - insetti antropomorfi di tutti i tipi - sono rimasti a viverci. Sotto la città c'è però il Nidosacro, un nugolo di profondi sotterranei pieni di tesori leggendari e misteriose creature che ogni tanto alcuni temerari avventurieri decidono di affrontare. Uno di questi è un personaggio misterioso noto semplicemente come Il Cavaliere, piccola creatura dalla testa simile a quella di un cervo volante:

img
Dietro a personaggi dallo stile fumettistico e sfondi che sembrano dei cupi dipinti su tela, Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto cela un metroidvania 2D a scorrimento laterale di stampo classico, ispirato però anche a titoli più recenti come Ori and the Blind Forest e Dark Souls. Il piccolo protagonista si trova ad esplorare una serie di dungeon interconnessi tra loro con un complesso sistema di tunnel, partendo inizialmente con capacità molto ridotte ma diventando man mano sempre più forte e abile così da poter superare ostacoli sempre più complessi e che richiedono l'impiego di nuove skill.

L'esplorazione di dungeon fatti di piattaforme, trappole, oggetti da distruggere e tesori da scovare viene resa più movimentata dalla presenza dei nemici, anch'essi rappresentati come insetti sia volanti che terrestri, contro i quali inizialmente l'unica nostra possibilità è quella di usare un aculeo brandito a mo' di spada, finché non potremo successivamente sfoggiare anche potenti attacchi dalla distanza. La mobilità stessa cambia drasticamente nel corso dell'avventura: i semplici salti lasciano rapidamente spazio a doppi salti, salti dai muri, schivate aeree e addirittura al volo; capacità che a loro volta ci permettono di accedere a nuove aree da zone che avevamo già visitato in precedenza. Insomma, il titolo di Team Cherry segue alla lettera il manuale del perfetto metroidvania.

MP Video - Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto

La gestione dei poteri e delle abilità è uno dei punti chiave di Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto, poiché il protagonista impara rapidamente numerose mosse, alcune delle quali utilizzabili liberamente mentre altre consumano un'energia ottenuta combattendo. In qualunque momento è inoltre possibile consumare una parte di quell'energia per recuperare la salute, limitando però così la possibilità di utilizzo di altre abilità. Si possono anche equipaggiare delle reliquie che donano dei veri e propri potenziamenti ad una o più statistiche del protagonista, ma anch'essi possono essere usati in quantità limitata.

Un metodo efficace per non rimanere mai troppo deboli rispetto alle notevoli sfide che il Nidosacro ci presenta è esplorare a dovere tutte le aree, ottenendo così anche tanti crediti dai tesori scovati da spendere poi in potenziamenti e poteri. Inoltre la mappa, che inizialmente è confusa e dai contorni poco definiti, diventa sempre più precisa man mano che esploriamo, presentando anche punti d'interesse quali punti di salvataggio, boss o punti di trasporto rapido.

img
Ognuno di questi tre elementi merita una menzione speciale. I punti di salvataggio funzionano in maniera molto simile ai falò di Dark Souls, ripristinando la salute del personaggio ed offrendo un punto di ritorno in caso di morte. Ed alla pari del titolo From Software, in caso di morte le risorse raccolte vengono lasciate nel punto in cui siamo deceduti sotto forma di un'anima oscura da sconfiggere: se non le recuperiamo prima di un'altra morte, perdiamo tutto. Ci sono una trentina di boss sparsi per il gioco tra mini-boss opzionali e "cattivoni" inevitabili, ognuno dei quali con design interessanti e situazioni di gameplay che richiedono di ragionare in maniera diversa rispetto ai soliti combattimenti. I punti di trasporto rapido, infine, permettono al giocatore di muoversi tra apposite stazioni sbloccate in giro per il mondo di gioco, evitando così lunghe camminate piene di ostacoli. In nemici si rigenerano infatti anche nelle aree già ripulite, e se questo può rendere più lento il backtracking, ha il vantaggio di permetterci di "farmarli" qualora ce ne sia la necessità. La difficoltà di Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto è infatti mediamente piuttosto alta (seppur altalenante) visto che i nemici sono spesso parecchi e gli bastano pochi colpi per ucciderci.

img
Il gioco base per PC e Nintendo Switch era già molto vasto di per sé richiedendo oltre le 20 ore per il completamento, ma questa "Edizione Cuore di Vuoto" integra anche quattro grandi espansioni che aggiungono nuove enormi aree, missioni, boss ed abilità; tutto questo rende Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto un titolo estremamente longevo, che vi terrà occupati ben oltre le 30 ore soprattutto se siete dei completisti e volete esplorare ogni singolo pixel della mappa. Tutto questo ad un prezzo eccellente: 14,99 Euro per un titolo con tanti contenuti e di questa qualità fanno vergognare quei titoli indie che richiedono 30 o 40 Euro per esperienze spesso brevi o mediocri. E non è tutto: una volta terminata la storia del gioco è possibile anche ricominciare con una nuova modalità in stile New Game+, dove manterremo tutti i potenziamenti già sbloccati. Presente anche un'ottima traduzione italiana, che permette anche ai giocatori meno anglofoni di godersi il fascino di questa particolare avventura metroidvania.

Amore

Tanti piccoli insetti

- Il tema entomologico del titolo di Team Cherry ha permesso agli sviluppatori di sbizzarrirsi nei design dei personaggi e dei mondi, rifacendosi a zanzare, scarabei, formicai e molto altro. Più di una volta si gioca anche sulla stazza minuta di queste creature, come ad esempio quando un nemico finge di essere una bestia spaventosa ricoperta di foglie, ma che una volta colpito si rivela essere un minuscolo insetto che tenta subito un'improbabile fuga. Una tematica piuttosto originale che, per l'appunto, fa sì che Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto riesca a distinguersi nello stile da altri esponenti del genere metroidvania.

Paesaggi splendidi

- E' semplicemente un vero piacere esplorare i paesaggi cupi e misteriosi di Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto, grazie ad un ispiratissimo design artistico che ci presenta sfondi di stampo gotico realizzati con cura e resi ancora più inquietanti dalla presenza di elementi animati o sezioni che coprono la telecamera come alberi o formazioni rocciose, che rendendo alcuni passaggi dei veri e propri atti di fede, nella speranza magari di trovare un segreto e non un pericolo.

Colonna sonora meravigliosa

- Se dovessi scegliere un elemento di Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto da incorniciare, non avrei dubbi; è la colonna sonora il vero fiore all'occhiello del titolo. Una sinfonia di musica classica contemporanea con pianoforti appassionanti, violini struggenti, melodie memorabili e tante canzoni che non sfigurerebbero in film d'animazione artistici. La colonna sonora composta da Christopher Larkin presenta un livello qualitativo impressionante.

Gameplay molto curato

- Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto non introduce a livello di gameplay elementi che non si siano già visti in titoli anche recenti come ad esempio Ori and the Blind Forest o Guacamelee!, ma il risultato complessivo è comunque ottimo grazie a comandi precisi e reattivi, poteri variegati e sempre molto utili e sistemi di gioco immediati. Forse solo il sistema delle mappe può risultare un po' confusionario all'inizio, ma una volta capito cosa vogliono dire le diverse icone e ci si abitua a far caso alle forme degli ambienti visitati, anch'esso diventa molto pratico.

Segreti a volontà

- Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto è ricco di segreti da scoprire, e da buon metroidvania molti di questi non individuabili al primo passaggio in un'area ma solo quando avremo uno specifico potere; ci sono poi tanti cunicoli nascosti, aree non segnate sulla mappa e missioni secondarie, tra cui il salvataggio di simpaticissimi bruchi che spesso e volentieri sono davvero tosti da raggiungere. Difficile trovare tutto senza ricorrere a qualche guida, ma sta proprio lì il divertimento.

Odio

Qualche disegno meno spettacolare

- I paesaggi di Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto sono sempre molto curati ed affascinanti, anche se può capitare qualche area un po' più anonima, ma è normale vista la vastità del mondo di gioco. Più inconsistenti invece sono i disegni dei personaggi, che seguono volutamente uno stile un po' fumettistico con bordi neri spessi e caratteristiche talvolta esagerate, ma forse anche per questo non convincono riescono sempre a convincere appieno, soprattutto se messi a contrasto con gli sfondi impressionanti dietro di essi. Nulla di grave, sia chiaro.

Morti drammatiche

- Il problema principale del titolo sta nella difficoltà piuttosto altalenante unita al sistema di progresso souls-like dove ad ogni morte oltre a tornare al punto di salvataggio più vicino (e questi sono sorprendentemente pochi), lasciamo indietro la nostra "anima oscura" con tutti quello che avevamo raccolto nel frattempo; se moriamo prima di raggiungerla e batterla, rischiamo di perdere anche un paio d'ore di progressi tra materiali persi e nemici che si sono rigenerati nel frattempo. Specialmente spiacevole quando magari la morte avviene perché in un'area si chiude senza preavviso una porta al nostro passaggio, costringendoci a lottare contro uno o più mostri tostissimi.

Nessuna innovazione

- Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto è un metroidvania molto ben fatto ma che non introduce nessuna novità particolare rispetto agli altri titoli più popolari del genere: questo non è certo un difetto di per sé, ma è un peccato che a fronte di tanta bellezza artistica manchi una scintilla innovativa anche sul fronte del gameplay, qualcosa che avrebbe permesso al titolo di Team Cherry di elevarsi tra i migliori titoli del genere.

Tiriamo le somme

Hollow Knight: Edizione Cuore di Vuoto è senza dubbio uno dei metroidvania più affascinanti e curati degli ultimi anni, graziato da scenari spettacolari, musiche commoventi, un gameplay raffinato e tanti segreti da scoprire. Non introduce grandi novità nelle meccaniche di gioco e sicuramente non è un titolo per tutti essendoci tanto backtracking e una difficoltà che spesso non perdona, ma ci sono pochi dubbi sul fatto che sia un vero must per gli amanti del genere, soprattutto per quelli che amano i titoli con un eccezionale comparto artistico.
8.6

c Commenti


L'autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, le esclusive console lo avvicinano verso nuove mete. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

c

Commenti

i Le recensioni di MP esprimono il punto di vista degli autori sui titoli provati: nelle sezioni "Amore" ed "Odio" sono elencati gli aspetti positivi e negativi più rilevanti riscontrati nella prova del gioco, mentre il voto ed il commento conclusivo rispecchiano il giudizio complessivo del redattore sul titolo. Sono benvenuti i commenti e le discussioni tra chi è d'accordo o in disaccordo con tali giudizi, ma vi chiediamo di prendere atto del fatto che si tratta di valutazioni che non hanno pretesa di obiettività nè vogliono risultare vere per qualsiasi giocatore. La giusta chiave di lettura per le nostre recensioni sta nel comprendere le motivazioni alla base dei singoli giudizi e capire se possano essere applicate anche ai vostri gusti personali.
Importante: leggere il regolamento dei commenti prima di partecipare alle discussioni. Aggiungere un commento equivale ad un'implicita accettazione del regolamento.
commenti by Disqus