L'autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, le esclusive console lo avvicinano verso nuove mete. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

  • Articoli (248)
  • News (2)

RECENSIONE - Scott Pilgrim vs. The World: The Game - Edizione Completa

P 24 gen 2021
Scott Pilgrim vs. The World: The Game - Edizione Completa è la versione definitiva e finalmente giocabile sulle nuove console di uno dei migliori beat 'em up dell'era moderna, un piccolo classico cult come lo sono diventati anche il fumetto originale ed il relativo film. Coloratissimi e memorabili disegni 16-bit, splendida colonna sonora e tanta creatività accompagnano questa rigiocabilissima avventura, che presenta anche corpose opzioni cooperative e competitive locali e online. Tenete però presente che questa ri-pubblicazione del gioco non aggiunge o migliora davvero nulla, quindi se l'avevate già spolpato al tempo su PS3 non vi troverete novità, ma potrete finalmente rigiocarlo visto che, anche per chi l'aveva già acquistato, il titolo originale non era giocabile su PS4. 8.0

RECENSIONE - Call of Duty: Black Ops Cold War

P 22 nov 2020
Call of Duty: Black Ops Cold War convince senza strafare. La campagna ha momenti memorabili e spettacolari, pur presentandoli in maniera frammentaria ed a "piccole dosi". Il multiplayer corregge molti degli errori di Modern Warfare dello scorso anno, applicando lo stile inconfondibile di Treyarch, con un risultato poco ambizioso ma divertente. La modalità Zombi è l'unica che è stata realmente rivoluzionata, e sembra decisamente più completa e coerente come esperienza. Infine, aspettiamo dicembre per il collegamento con Warzone. In complesso, si tratta di un Call of Duty realizzato in condizioni poco ottimali per più motivi, ma si tratta comunque di un gioco con tutte le carte in regola per divertire almeno fino al prossimo episodio, anche grazie a un feeling di gioco nettamente migliorato specialmente sulle nuove console. 8.2

RECENSIONE - FUSER

P 14 nov 2020
FUSER è un gioco musicale molto differente da quanto siamo abituati a vedere su console. Harmonix ci presenta un titolo che dà il meglio di sé quando il giocatore ha libertà assoluta nel mixare dozzine di brani con strumenti da DJ che non sono stati così semplici da usare dai tempi di Virtual DJ. Per assurdo, l'esperienza funziona meno quando l'esperienza si trasforma in un gioco musicale più classico, chiedendoci di colpire note colorate ed esaudendo richieste specifiche, andando così a limitare il senso di sperimentazione che un titolo del genere può offrire. Nonostante la scarsità di musica elettronica che ne limita la varietà di beat, sono molto curioso per il futuro di questo appassionante titolo musicale, sperando in tante nuove canzoni scaricabili che renderanno i mix futuri davvero variegati. 8.0

SPECIALE - DOOM Eternal - The Ancient Gods - Parte 1

P 31 ott 2020
Dopo averci offerto per due volte in soli quattro anni alcune delle migliori campagne single player della storia degli sparatutto in soggettiva, id Software continua a sfornare contenuti per il suo franchise più amato, ovviamente DOOM. I loro sfrozi si sono concretizzati nel nuovo DLC di DOOM Eternal, The Ancient Gods - Parte 1, che siamo corsi a provare non appena uscito. Eccovi la nostra opinione!

RECENSIONE - Torchlight III

P 24 ott 2020
Torchlight III è un prodotto strano, figlio di uno sviluppo travagliato da uno studio che ha poco a che vedere con i primi due episodi della saga. Sulla carta non gli manca praticamente nulla: classi variegate, tanta personalizzazione, loot a volontà, animali e diverse intriganti novità come le fortezze. Il gameplay però presenta numerose pecche e bug, con fin troppi elementi del gioco che sembrano incompleti o finiti in fretta e furia, non ultima la traduzione italiana che presenta persino spezzoni in inglese o spagnolo. Indubbiamente si tratta di un action-RPG valido, ma i fasti di Torchlight 2 sono per ora lontani. 7.4

RECENSIONE - Bounty Battle

P 27 set 2020
Bounty Battle ci propone un platform fighter dotato con un cast impressionante di protagonisti di famosi titoli indie, ma questo non basta a salvare un prodotto decisamente insufficiente. Gameplay confusionario, animazioni legnose, numerosi problemi tecnici, importanti feature assenti e una presentazione scadente sono solo i difetti più macroscopici di un prodotto che semplicemente non funziona e che avrebbe necessitato di molti altri mesi di sviluppo e testing prima di essere commercializzato. 3.5

RECENSIONE - eFootball PES 2021 Season Update

P 23 set 2020
eFootball PES 2021 Season Update, come ampiamente annunciato dalla stessa Konami, non è un vero e proprio episodio annuale ma l'aggiornamento delle rose, delle maglie e delle licenze rispetto al 2020, con nessuna novità a livello di struttura, modalità o gameplay. Per questo il gioco è venduto a un prezzo budget, e offre un ottimo punto di partenza abbordabile da chi vuole cimentarsi con questa saga senza dover spendere il prezzo pieno. Per chi ha già giocato a PES 2020, però, questo upgrade risulta davvero superfluo, a meno che non si sia coinvolti in tornei che costringono all'aggiornamento. E nonostante il prezzo ridotto di questo episodio, una copia usata o scontata di PES 2020 si può trovare a meno oramai, abbassando un po' il valore della nuova stagione calcistica di Konami. Prendete quindi questo voto come la media di due voti davvero differenti: valutazione eccellente per i neofiti, ma un'insufficienza per chi cerca qualcosa di nuovo rispetto a PES 2020. 7.0

RECENSIONE - Minoria

P 20 set 2020
Minoria è un metroidvania stilisticamente piacevole che fa l'occhiolino a tanti classici del genere senza però arrivare alle stesse vette qualitative, di bilanciamento o di cura per i dettagli. Mondi scialbi, level design spesso confusionario, un bilanciamento incostante e poca inventiva nel gameplay rendono il titolo meritevole di attenzione forse solo per i fan più sfegatati di questo genere, che però proprio per questo avranno già visto dozzine di titoli migliori di questa idea di gioco. 6.5

RECENSIONE - Skully

P 30 ago 2020
Skully parte come platformer simpatico dove controlliamo un teschio che rotola attraverso suggestivi scenari preistorici, ma rapidamente si trasforma aggiungendo enigmi inutilmente complessi e parti platform trial and error, rese ancora più frustranti da comandi inconsistenti e una telecamera problematica, con la varietà complessiva che non giustifica la durata del titolo. Ammirevole l'idea di aggiungere elementi innovativi alla formula di Super Monkey Ball e simili, ma per un degno erede di questo genere si dovrà aspettare ancora un po'. 6.8

RECENSIONE - Destroy All Humans!

P 8 ago 2020
Destroy All Humans! è un upgrade prevalentemente grafico di un titolo che già ai suoi tempi non fu un capolavoro senza tempo, e che indubbiamente non è invecchiato troppo bene rispetto a giochi d'azione 3D odierni. Il ripristino di alcuni contenuti tagliati, il ribilanciamento di alcuni elementi di gioco e l'aggiunta di qualche piccola miglioria fanno in modo che questo titolo del defunto Pandemic Studios possa divertirvi qualora troviate ancora spassoso l'originale, ma per conquistare nuovi fan ci sarebbe voluto un design più ambizioso. 7.3

ANTEPRIMA - Hyper Scape - il Battle Royale di Ubisoft messo alla prova

P 3 ago 2020
Anche Ubisoft si presenta sulla scena ormai molto ambita dei Battle Royale, proponendoci con Hyper Scape un titolo sci-fi di stampo urbano ed estremamente acrobatico. Con l'imminente arrivo del gioco su console l'abbiamo messo alla prova per scoprire se valga la pena di attendere l'11 agosto. Ecco cosa abbiamo scoperto!

RECENSIONE - Tannenberg

P 1 ago 2020
Tannenberg segna un importante passo avanti rispetto alla versione console davvero deludente di Verdun, riuscendo a realizzare meglio molti dei concetti e idee di questa saga sparatutto, e con un online più variegato e una componente di gioco locale più corposa. Rimangono però tanti problemi di design e di budget che impediscono a questo FPS di competere con i colossi del genere, ma chi è disposto a chiudere un occhio per godersi un'esperienza di guerra storica e piuttosto realistica potrebbe farci un pensierino. 6.8

RECENSIONE - SUPERHOT: Mind Control Delete

P 13 lug 2020
SUPERHOT: Mind Control Delete si concentra sul proporre sfide ad alto tasso di adrenalina con una grande mole di aggiunte per rendere i combattimenti più variegati rispetto al titolo originale, ma mancano molte modalità extra e aggiunte e per via della sua struttura maggiormente procedurale c'è un grande livello di ripetizione e viene meno l'elemento "puzzle" del primo episodio. Insomma, nonostante sia un titolo stand-alone sembra più una modalità hardcore il gioco del 2016, piuttosto che un seguito vero e proprio: fortunatamente, però, chi aveva acquistato ed apprezzato il primo gioco potrà godersi gratuitamente questo nuovo episodio. 7.8

RECENSIONE - Superliminal

P 8 lug 2020
Pur ispirandosi a titoli come Portal e The Stanley Parable, Superliminal riesce a trovare una sua marcata identità nel panorama dei puzzle game in prima persona, grazie ad una meccanica degli enigmi originale che basa tutto sulle illusioni prospettiche e sul loro sfruttamento, costringendoci peraltro a ragionare su concetti e possibilità che possono capitare anche nel mondo reale ma alle quali non pensiamo mai. Un titolo affascinante dall'inizio alla fine e con idee geniali ad ogni angolo, che si farà ricordare a lungo anche per il finale molto azzeccato. Non può sicuramente mancare dalla collezione degli amanti del genere, anche potrebbe deludere chi è alla ricerca di un'esperienza più corposa e variegata. 8.2

RECENSIONE - Skelattack

P 6 lug 2020
I giochi ai quali si ispira Skelattack sono chiari, ma per il momento questi omaggi sono più un esercizio di stile che di sostanza. Limiti e pecche importanti nel design dei livelli e del gameplay stesso impediscono a questo simpatico platformer di giocarsela con i migliori esponenti del genere, risultando spesso frustrante e deludente in diversi aspetti chiave. Un vero peccato, perché il design artistico è invece davvero accattivante: avrebbe meritato maggiori sforzi negli altri comparti. 6.5