L'autore

Prima di saper scrivere a mano, sapeva già immettere i comandi DOS per avviare Doom, ma dopo una lunga vita al PC, le esclusive console lo avvicinano verso nuove mete. Non si nega i classici giochi tripla-A, specialmente gli FPS competitivi, ma passa la maggior parte del tempo a scovare gemme nascoste, dagli indie insoliti ai folli shmup giapponesi.

  • Articoli (174)
  • News (2)

RECENSIONE - Lumines Remastered

P 8 lug 2018
Lumines Remastered è il ritorno ben riuscito di uno dei puzzle games più affascinanti di sempre, che con numerosi capitoli hanno saputo offrire un gameplay che ha poco da invidiare ai colossi del genere come Tetris. La quantità impressionante di skin (e di conseguenza canzoni e ritmi diversi che cambiano anche il gameplay) e di modalità di gioco garantisce una longevità elevatissima, mentre il gameplay appassionante fa il resto: Lumines è ancora fantastico. Qualche elemento in più dai sequel non avrebbe guastato, e i tempi di caricamento sono insolitamente alti per un titolo del genere, ma Lumines Remastered si conferma come una versione più che ideale di questo classico senza tempo. Consigliato sia ai nostalgici che ai neofiti della saga, che potranno così scoprire cos'ha di speciale il puzzle game ritmico più amato al mondo. 8.0

RECENSIONE - Milanoir

P 26 giu 2018
Milanoir ci riporta con efficacia ed ironia nella Milano criminale che molti film degli anni '70 ci avevano fatto conoscere, realizzata egregiamente con uno stile pixel art molto curato. Purtroppo l'ottimo comparto artistico non è però supportato da un gameplay all'altezza, e la seppur breve l'esperienza risulta spesso sbilanciata e ripetitiva. Per chi è interessato a un viaggio digitale in una Milano d'altri tempi in una rappresentazione da film noir, però, Milanoir merita comunque un'occhiata. 6.0

RECENSIONE - Super Bomberman R

P 24 giu 2018
Super Bomberman R è il ritorno del bombarolo più famoso dei videogames, e questa volta propone di tutto: una corposa campagna, numerose opzioni per il single player e la cooperativa, online con tanto di partite classificate, arene speciali, personaggi crossover con altre saghe. La formula storica del gioco però non viene toccata praticamente per niente, e se togliamo la campagna che è piuttosto monotona e poco interessante rispetto alle opzioni competitive del titolo, risulta un prodotto molto simile all'ultimo Bomberman uscito nella scorsa gen, ma al quadruplo del prezzo di lancio. Resta comunque un valido capitolo per la saga, un ritorno con stile e anche un buon punto di partenza per chi non ha mai giocato ad uno dei classici del multiplayer su console. 7.5

RECENSIONE - ONRUSH

P 17 giu 2018
Con ONRUSH Codemasters ha creato un prodotto unico, prendendo spunto da alcuni dei titoli multiplayer più appassionanti degli ultimi anni e forgiando così un atipico racer che si rivela incredibilmente spassoso, adrenalinico e tattico sia per quel che riguarda il multiplayer, punto focale del titolo, che il single player. Nei momenti migliori offre livelli di coinvolgimento altissimi, con situazioni che rievocano le tante ore passate su capolavori come Blur, Burnout e TrackMania, ma purtroppo senza offrire quella stessa varietà o longevità, complici dei contenuti sorprendentemente limitati. Rimane comunque un titolo consigliato a chi cerca un racer arcade moderno e originale. 8.2

RECENSIONE - Gorogoa

P 9 giu 2018
Gorogoa è un'esperienza unica, totalmente differente da quanto si sia mai visto sulle nostre console. Un'avventura interamente disegnata a mano dagli impressionanti valori artistici e creativi, che presenta enigmi e situazioni di gioco paradossali e geniali. La durata è limitata, ma se amate gli enigmi ed i titoli dall'alto valore artistico è un acquisto obbligato. 8.5

RECENSIONE - Bloodstained: Curse of the Moon

P 9 giu 2018
Bloodstained: Curse of the Moon è praticamente un viaggio nel tempo. Probabilmente si tratta dell'esperienza Castlevania più vicina ai classici originali dello scorso secolo; in questo spin-off dell'imminente Ritual of the Night, Koji Igarashi riesce a catturare feeling, level design e gameplay dei primi capitoli, mantenendone però anche alcuni difetti e soprattutto i limiti tecnici. E' un titolo corto seppur rigiocabile, ma incredibilmente soddisfacente per chi è cresciuto su Castlevania anche se una svecchiata ad alcuni aspetti non avrebbe certo guastato. 7.5

RECENSIONE - I Hate Running Backwards

P 1 giu 2018
I fan sfegatati di Serious Sam impazziranno a vedere personaggi, nemici, location e power-up storici della saga trasportati in un tipo di gioco totalmente diverso, ma le buone premesse e un gameplay anche spassoso lasciano rapidamente spazio a una ripetitività notevole e ad una difficoltà sadicamente sbilanciata. Gli appassionati di shmup dotati di tanta pazienza potrebbero trovare però una sfida tosta e interessante nelle eterne sparatorie di I Hate Running Backwards. 6.6

RECENSIONE - Through the Woods

P 25 mag 2018
Through the Woods parte con delle ottime premesse: scenari affascinanti intrisi di folklore nordico, una storia ansiogena ed orrore psicologico, ma cade in un gameplay estremamente banale che ci offre davvero poche libertà ed una realizzazione tecnica piuttosto deludente. Oltretutto è un'avventura molto corta e poco rigiocabile, il che rende difficile consigliarla al prezzo a cui è proposta; se vi affascinano queste ambientazioni, meglio attendere uno sconto. 6.7

RECENSIONE - City Of Brass

P 11 mag 2018
City Of Brass ha in teoria tutte le carte in regola per essere un titolo imperdibile: un roguelite in prima persona stilisticamente accattivante, con elementi di gameplay particolari come l'ottima frusta e con una buona personalizzabilità del livello di sfida. Ma c'è un problema di fondo non indifferente: i combattimenti, vero fulcro del titolo, offrono poco mordente a causa di un'IA banale e di nemici ripetitivi. Rimane sicuramente un titolo affascinante e con più di un pregio, ma avrebbe potuto aspirare a molto di più. 7.4

RECENSIONE - Phantom Trigger

P 4 mag 2018
Phantom Trigger ha numerose scelte stilistiche intriganti, con un look 8-bit colorato e ricco di elementi molto curati. Nonostante alcuni puzzle che sembrano prendere il meglio di alcuni classici dei videogames, il gioco soffre però di un gameplay visto e rivisto negli anni tra i titoli indie e non, e nonostante i poteri interessanti del protagonista l'esperienza non risulta in definitiva particolarmente originale. Quello che c'è però funziona bene, ed anche il livello di sfida è piuttosto alto rendendo il titolo di Bread Team un piacevole passatempo per un paio di pomeriggi in attesa del prossimo "giocone". 7.0

RECENSIONE - Owlboy

P 14 apr 2018
Owlboy è un platformer che sprizza fascino da tutti i pori: paesaggi 16-bit da sogno, personaggi goffi ma amabili, animazioni curatissime, una trama molto godibile e tanta varietà e creatività nei mondi di gioco, fanno perdonare in parte il fatto che i combattimenti non sono particolarmente soddisfacenti. E' sicuramente consigliato agli appassionati del genere. 8.2

RECENSIONE - The Adventure Pals

P 8 apr 2018
Con il suo stile fumettistico surreale, la sua comicità, situazioni memorabili e le solide ed estremamente varie meccaniche platform (ma non solo), The Adventure Pals si presenta come un gioco sicuramente interessante per gli amanti del genere. Non sarà particolarmente innovativo né è esente da difetti, primo tra tutti la mancanza di localizzazione italiana, ma si tratta di un titolo che chi vive di pane e platform dovrebbe sicuramente provare, anche grazie al buon prezzo di lancio al quale è offerto. 7.8

RECENSIONE - Scribblenauts Showdown

P 2 apr 2018
Scribblenauts Showdown porta la serie di Scribblenauts nel mondo dei party games, ma nel processo perde un po' della sua identità proponendoci minigiochi che, seppur divertenti, poco hanno a che vedere con il cuore pulsante del franchise. Vanno meglio invece quelle attività dove dobbiamo sfruttare la generazione creativa di oggetti e creature, ma i risultati spesso imprevedibili possono creare qualche problema, così come lo può creare la casualità delle carte. Insomma, ci ritroviamo con un party game più caotico che basato sull'abilità, ma i fan di Scribblenauts avranno comunque pane per i propri denti grazie anche alla modalità Sandbox che offre, seppur per pochi livelli, il gameplay per cui la saga è famosa. 7.3

RECENSIONE - Octahedron

P 28 mar 2018
Octahedron aggiunge la meccanica di "generazione piattaforme" ad un classico gameplay platform rendendo la giocabilità più tattica ed innovativa; insieme a controlli molto reattivi e ad un alto livello di sfida questo dà vita ad un'esperienza platform longeva e appassionante. Il particolare design dei livelli e la splendida colonna sonora completano il quadro. Non è un prodotto esente da difetti, ma chi in cerca di un platformer old school con qualcosa in più, troverà sicuramente molte soddisfazioni in Octahedron. 8.0

RECENSIONE - Q.U.B.E. 2

P 18 mar 2018
Q.U.B.E. 2 si presenta come un sequel visivamente più vario, con una trama più complessa, un gameplay più variegato ed una grafica nettamente migliorata, rispetto al primo episodio. Gli enigmi non sono però particolarmente complessi, e quasi sempre la soluzione è fin troppo scontata: questo porta il gioco ad essere completabile in meno di 3 ore, incluse alcune aree un po' ripetitive. Chi ha apprezzato il primo Q.U.B.E., comunque, sicuramente troverà soddisfazioni con questo sequel migliorato in quasi ogni aspetto, che si rivela molto godibile anche da chi non conosce la saga e cerca solo un puzzle game particolare e curato. 8.0