Recensione

RECENSIONE - NBA 2K21

di Luca Di Lullo / KIDNEYONE P 11 set 2020
Premesso che si tratta sempre del nostro amato NBA 2K, la formula scelta da 2K per porsi sul mercato nel 2020 lascia un tantino perplessi. Pur con le attenuanti rappresentate da una stagione (la 2019-2020) ancora in corso, quello che abbiamo tra le mani è un generoso update della versione dello scorso anno. Se da un lato abbiamo una rinnovata gestione della modalità MyTEAM, una Carriera ben narrata ed un sistema di tiro che aumenta ulteriormente la componente simulativa del titolo 2K, non poter migrare i dati tra le due versioni del gioco, dover pagare l’upgrade per la versione next-gen e non avere nell’immediato rose aggiornate, potrebbe far recedere dall’acquisto gli aficionados che magari attenderanno la versione next-gen. Ciò non toglie che NBA 2K21 rappresenti quanto di meglio si possa avere in tema di simulazioni sportive ma l’acquisto, stavolta, è particolarmente consigliato solo a chi non ha in programma di acquistare le nuove console prima di fine 2021. Per chi invece ha simili progetti, il consiglio è quello di attendere e di aspettare, magari, la nostra recensione del gioco in versione next-gen. 8.0 >

News recenti